Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
I Canti di Morfeo

La rabbia

E-mail Stampa PDF

E’ goccia silenziosa … è forte

Che picchia nella mente

Ad ogni ora

E scopre in ogni goccia

La sua goccia

Quella più giusta

Per vivere in eterno

E’ come acciaio non si consuma

Mai.

Quanto rumore combina nel silenzio

In me è cresciuta quand’ero piccolino

Quando adulto son diventato grande

Perché immensa ho visto

L’ingiustizia

E dentro è molta

Non finisce mai

Quella che resta

Quando sarò morto,

La lascio ai figli

Per non fargli un torto.

                                          

 

                Copyright Antonio Catalano aprile ’10

Ultimo aggiornamento Giovedì 03 Giugno 2010 14:53
 

Oltre

E-mail Stampa PDF

Sempre più fredde le primavere intorno

Se pure verdi e colorati i prati sembrano

Autunni mai desiderati, anche l’autunno

Prodigo di frutti lascia un alone di malinconia

Mi stanca gli ossi e inumidisce gli occhi

Per la foschia che la natura infonde

E la calura d’inizio primavera prima m’illude

E dopo m’abbandona ai miei silenzi, ai desideri

Incolti, a questo sguardo  che sempre più

Lontano cerca un motivo per tirare avanti.

Seduto oggi sopra una panchina, sento i

Rumori amari d’officina, sento le voci

I colpi di martello e la sirena per entrare dentro

Gente che ride o urla per la gioia sempre cercata

E forse mai trovata e le battaglie per cambiare

Un mondo che ogni giorno ci conduce a morte

Segnati come siamo da un destino che il mondo

Dei padroni ci ha donato quando neppure

Gliel’abbiamo chiesto e lotto sempre vivessi

Un solo giorno che gli ultimi minuti sono

I loro per la rivolta che voglio costruire

E non m’importa se non lo vedo io

Il sole nasce anche se son morto.                              

 

 

Copyright Antonio Catalano Maggio 10

 

Una sera

E-mail Stampa PDF

La luna questa sera è andata a un ballo

Accompagnata per far bella figura

Da mille stelle, e un astro giocoliere trovato

Nel passeggio nello spazio

Corteggiatori ne ha sempre

Avuti tanti e l’accompagna

Un  cherubino amante che per amore

Se n’era già invaghito.

Cosi la terra orfana di lei vaga in silenzio

E prova a prender sonno, soffre d’insonnia

Se non ci sono stelle, se poi la luna s’allontana

Un poco perde il sorriso ed abbandona il gioco

Assieme agli uomini alle donne ai bimbi

Abbandonati aspettano invano che al posto della luna

Arrivi un DIO a dare un po’ di luce

Ma anche lui che pure è un po’invecchiato

Di questo uomo se n’è dimenticato.

 

Copyright Antonio Catalano maggio ’10

 

 

Sisimo

E-mail Stampa PDF

Nature morte appese alle pareti dei miei boschi

Se … pure abbozzate cercano i colori

Fra i riflessi di un sole molto pigro

Strofina gli occhi prima di entrare

A benedire il vento che cammina

Sfiorando le campanule dormienti.

Un banditore che sogna di svegliare

Chi con Morfeo non ha fatto patti.

 

Sisimo … il lago corteggia con le onde

Le sue rive … timidamente e senza farlo apposta

Culla le chiatte che dondolando appena

Svegliano sirene al loro canto

Le alghe ondeggiano che dal vento si fanno

Pettinare, la vanità gli ha fatto disegnare

Fiori sul lago e cuori alla radura

Mazzi di fiori regalati ai prati che giocano

All’amore con le foglie

E qui lanciavo i sassi verso l’acqua,

Facendoli saltare come rane

E mi domando dove son finiti

I cerchi dentro l’acqua che facevo.

 

Copyright Antonio Catalano maggio ’10

 

La valle del futuro

E-mail Stampa PDF

In fondo alla valle dove scorre un fiume

C’è una foresta di centenari abeti

Un sottobosco folto prosperoso.

Appena il sole tende ad imbrunire

Anche le foglie  provano a dormire.

Quando è tramonto mancano i colori

Subito notte scende all’improvviso

Tutto un silenzio pieno di paure

Sino il fiume rimane inebetito

Non scorre più né calmo né spedito

Solo avvoltoi su questo cielo

Infame e lacerate anime, sui sassi

Sporgono doli sempre inascoltati

Con un futuro tutto da sognare

E gli avvoltoi cominciano a beccare.

 

 

Copyright Antonio Catalano maggio ’10

 


Pagina 10 di 26

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information