Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Idiocrazia e potere, decoro e civiltà

E-mail Stampa PDF

Qualcuno si chiederà, ma che binomio è  mai questo, tranquilli, nessuno si scomponga, ci siamo abituati, non da oggi. Da quando la prima repubblica ha tirato le cuoia e ha lasciato, la politica nelle mani delle loro seconde e terze linee tutto sembra cambiato, dalla economia, al mercato, dal parlamento, alle leggi, dalla magistratura, al potere esecutivo. Persino il senso ed il significato della parola riforma ha assunto nuove dimensioni, e significati. Ed aveva ragione chi mi diceva un giorno “ Per carità speriamo che non tocchino niente, se no ci fanno un culo così”. Aveva ragione? E chi lo sa, per il momento vogliono soltanto demolire la costituzione, dare al duce di turno la possibilità di sostituirsi alla magistratura, alle leggi, al paese Lui è IL Paese, è riuscito persino a rendere reale una sorta di sistema di soft pornocrazia, che non male anche loro hanno bisogno di essere rappresentate in parlamento, sia in Italia che in Europa. Lo stato è Lui, ed è suo a dimostrazione che quanto si  dice ha deciso bene di farsi  tutte le leggi a suo favore, e d’altronde con tutti i problemi che ha non può  farne a meno, ma da quando in qua un presidente del consiglio  si presenta in tribunale? potrà magari in futuro presentarsi davanti alla legge, ma dopo, quando avrà cambiato tutte le leggi, relative alle sue malefatte. Si lo so Lui è un birichino, un monello, il  Ragazzo,  predilige le creature della sua età, minorenni naturalmente,  dovesse mai capitagli una trentenne, no quelle trentenni, sono vecchie per il giovin virgulto, Lui le vuole illibate.

E’ stravagante, a tempo perso per sport se ne va a Napoli, si veste da operatore ecologico e toglie la spazzatura dimentico  del fatto che le sue ordinanze, sono il fior fiore delle schifezze, e anzi che confrontarsi coi problemi, e con la gente, con la collaborazione dell’altro genio Maroni decide che è meglio mandare in ospedale i cittadini che stanno nella spazzatura da anni, piuttosto che ammettere che in questo paese con la spazzatura ci hanno marciato e ci marciano ed abbiamo visto la polizia con quanto amore e cura hanno spazzolato donne uomini ragazzi e magari anche qualche bambino ha rischiato qualche mazzolata e Maroni ha detto che la polizia sino a quel momento si era comportata bene; è vero troppo buona la polizia, avrebbe dovuto sparare su quei pezzenti, anche perché la in mezzo c’era qualche comunista iscritto all’azione cattolica. Lui ha ancora diverso tempo e prima o poi questa costituzione la cambia, è un po’ come quel vestito che non si è mai utilizzato, o perché non piace più, o magari non è più di moda. Una palla al piede altro che balle, non lascia nessun potere al nostro Lui non può neppure telefonare  che subito si lamentano, e non può neppure fare un favore a una minorenne che subito pensano ….

Questo modo idiota di concepire la gestione dello stato , si è diffusa ha preso piede e subito, consigli regionali e comunali si sono adeguati e i miracoli si ripetono, partendo dal presupposto che Lui in tre giorni la spazzatura da Napoli e  che per uno che cammina sull’acqua è un gioco da ragazzi,  e nessuno sa che fu lui a dividere le acque. I sindaci di destra e di sinistra (sinistra? Scusate sto scherzando) da un po’ di tempo si stanno dando alla pazza gioia, quanti tentativi di emulazione!  In certe città niente minigonne, in altre non si mangia nelle piazze, in altre non si può cantare, in altre ancora  non bisogna avere la pelle abbrunata, in altre non si dà mangiare ai bambini nelle scuole, in altre città si confinano i rom, in altre i neri perché rovinano il decoro della città, un mio amico calabrese di carnagione leggermente scura, lo hanno spedito da Gheddafi, e lui giustamente lo ha rispedito al mittente, adesso lo hanno rinchiuso in un centro di raccolta, in attesa di chiarimenti, e siccome nei nostri uffici c’è confusione, per via dei licenziamenti in programma da parte dell’altro cervellone Brunetta ci vuole troppo tempo…(Ragazzi nei prossimi anni 300 mila lavoratori  in meno a lavorare per lo stato, li manderemo tutti a canale 5 a fare un altro talk La grande minchiata.)

Quel mio amico nel frattempo ha dovuto chiedere la nazionalità statunitense, gli arriva fra qualche giorno. In poche parole, questo governo è riuscito a fare scomparire tutti i problemi del paese, dalla occupazione, alla sanità, dalla criminalità  ai problemi della giustizia,  la scuola poi non c’è più anche i professori e gli insegnanti soprattutto i licenziati sono scomparsi, così d’incanto, ma qui non c’è improvvisazione, tutto organizzato come le sere ad Arcore, droga sesso e rock and roll  non solo sesso e viagra.

Persino Fede cucciolo fedele, ne è stato invischiato, sono perle ragazzi, ma noi che siamo di sinistra siamo più fighi, riusciamo a fare gli stessi miracoli ma senza farci cogliere in fallo e non parlo del sindaco di Bologna che chiamavano il cinese e (non ama le bandiere rosse) forse per la sua mentalità borghese

Ma quello di Torino, città  risorgimentale, di elevata “cultura europea”, ma da dove la prendono questa cultura dai fascisti? No non sono impazzito. E veniamo ai fatti. L’altro giorno per commissioni sono passato in via Roma (il Salotto di Torino) come sapete. Lì in via Roma vi sono negozi talmente ricchi che quando gli passi davanti ti senti il portafoglio dimagrito, ebbene davanti ad uno di questi negozi c’era un uomo, un povero, lo dico perché anche i poveri per chi non lo sapesse, sono uomini, si è vero confermo, sono come noi.

Se ne stava seduto appoggiato con la schiena contro il negozio, seduto e tu guarda, chiedeva l’elemosina non poteva stare in piedi perché quel poveraccio era impossibilitato per il fatto che al piede sinistro mancavano tre dita, povero e e anche invalido  quando si dice il lusso. C’erano anche due vigili, un uomo e una donna che lo invitavano insistentemente a togliersi dal negozio perché rovinava il decoro, quel pover uomo faceva una fatica del diavolo a sollevarsi, e invece di aiutarlo lo guardavano e ridevano, e già perché non c’è niente di più divertente.  E tutto questo mentre Lui, invitava le minorenni ad Arcore forse è per questo che si continua dire che questo paese va a puttane. La cosa mi ha infastidito sino al punto che sono intervenuto, per chiedere che questa cosa terminasse, per l’ingiustizia, e per la mancanza di umanità e ho consigliato ai due aitanti  civic di vergognarsi. Loro facevano il loro dovere, perche i ricchi di via Roma si lamentavano, il disgraziato poteva andare ovunque a morire di fame e di freddo … ma in Via Roma , non si può. Già quando sono i ricchi a lamentarsi si deve intervenire, ma quando sono i poveri a lamentarsi si manda la polizia a manganellarli perché non ci si deve lamentare non è elegante e non fa snob e poi per la spazzatura . Ma non scherziamo!

Meglio mettere la spazzatura sotto il tappeto, anziché togliere le cause della povertà, si spostano i poveri, lo si fa anche con le prostitute, ma sistemare quei poveri costa meno e soprattutto, renderebbe più decorosa prima di tutto la giunta, il sindaco e la città stessa.

E si ha quando il culo sulla sedia non riconoscono più nessuno, soprattutto questo sindaco di Torino che non solo si bacia in bocca con Marchionne, ma tratta i poveri della sua città come Marchionne  tratta i suoi operai. Un consiglio, siccome eliminare la povertà è difficile e costa troppo, si fa prima ad eliminare i poveri, Sig sindaco a Torino vi faccia costruire una centrale atomica magari una’altra Cernobyl, rischia anche Lei ? pazienza un’ idiocratico di meno Siamo in un  paese democratico? O  idiocratico? Non è un sondaggio ,  ma il nostro paese grazie a questa “ Razza “ di governanti è un paese decoroso? Ma forse quel barbone era un radicale di sinistra. Un solo commento.  Che schifo!

 

 

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information