Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Ad majora!

E-mail Stampa PDF

Pensando di fare cosa gradita e utile al pubblico de lo Sbavaglio, sempre attento a tutti i fenomeni politico-sociali - nessuno escluso - come quello che sto per propinarvi, riporto pedissequamente il testo di una dichiarazione del deputato Domenico Scilipoti, apparsa sul quotidiano “ il Domani” di oggi 7.1.2011, nella rubrica “ DAL PARLAMENTO”. Buona lettura.

“ DAL PARLAMENTO - di Domenico Scilipoti

Perché ho lasciato IDV

Il cambiamento che contrassegna il nostro Paese, investe la questione del bene e quindi la morale cristiana; senza dubbio il bene così come la morale cristiana è sempre in gioco, è uno scopo permanente della vita dell’uomo.

L’orizzonte di una società pluralista rischia di rimanere segnato dall’assenza di una visione etica condivisa; in particolare si afferma, con maggiore evidenza, il principio di un’etica senza verità, assolutamente libera, dove la scelta da parte dell’individuo si trasforma in un’etica delle valutazioni personali.

Ma per noi cristiani la morale non è una questione secondaria.

Essa fa parte della sostanza della fede cristiana ed esprime nel concreto l’interpretazione cristiana dell’esistenza.

La fede cristiana non può non avere una rilevanza e una presenza nella discussione sul bene e sull’agire dell’uomo.

La tradizione teologica cattolica afferma la legittimità di una morale razionale naturale, capace di esprimere una visione etica universale, fondata sul rispetto della persona umana. I mutamenti della società non possono trovare i cristiani distratti o impreparati.

A noi spetta il compito continuo della vigilanza, motivo per cui, senza entrare nel merito ideologico-politico, né (aggrappatevi forte, n.d.r.) di quella libertà sessuale di cui l’estrema sinistra si fa spesso portavoce, ho ritenuto opportuno lasciare il partito anche per quei concetti già espressi, che non mi fanno più sentire, né rappresentato, né tantomeno garante di quei valori morali e cristiani cui mi sento di appartenere.”

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information