Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Satira

Viviamo tremonti

E-mail Stampa PDF

jobsViviamo tremonti, no, scusate, trepidanti  queste lunghe ore in spasmodica attesa. Se ne andrà? Non se andrà? Che farà? Parapapà? Gliela darà? E di noi che sarà? De Lo Sbavaglio? Che aveva in Esso la sua ragione di essere; che dal suo menù principale, quello che dà l’identità, la linea, il messaggio, Esso era puntato: la Sua Biografia, a contrasto, in contrappunto a quello che noi ci definiamo essere; ying e yang, come potremmo ancora esistere, nuvola  senza il contorno,  giorno senza notte, mare senza spiaggia, camicia senza culo, spread senza bund, protezione civile senza malaffare, pioggia senza alluvione, Bersani senza Renzi, patella senza scoglio, cozza senza impepata, scarpe senza stringhe, maniche senza paio, mutande non mutate, no senza tav, tassa senza tasso, blow senza job (vedi figura)?

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Novembre 2011 20:53
 

IL CRETINO

E-mail Stampa PDF

«Adesso è ufficiale: Brunetta è cretino». Titolava così un articolo de “Il Fatto Quotidiano” riferendosi, naturalmente, al fuori onda di Tremonti. Se l’affermazione di Giulio fosse vera, direi che l’attuale Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione si troverebbe in buona compagnia. Come sostiene un famoso detto popolare, infatti, “la madre dei cretini è sempre incinta”; e poi sono certo che qualcuno potrebbe stilare un lungo elenco di appartenenti alla categoria, a cominciare da me fino a comprendere TUTTI i dirigenti del PD, passati, presenti e futuri. Ma Brunetta è davvero cretino? Possiamo fermarci alla convinta ed autorevole dichiarazione del Ministro dell’Economia? Molti indizi e molti pareri di colleghi di lavoro avvalorano la tesi tremontiana. Non limitiamoci, però, a ciò che appare ovvio ed inequivocabile e applichiamo alcuni metodi, rigorosamente scientifici, per scoprire la verità.

Ultimo aggiornamento Sabato 06 Agosto 2011 17:06
 

LA GRANDE MANOVRA

E-mail Stampa PDF

 

Come tutti sappiamo, è in corso il varo della “GRANDE MANOVRA” da 47 miliardi di euri. Ogni azione che lasci una traccia nella Storia ha un suo ideatore ed un suo preciso obiettivo. La Storia, inoltre, è una concatenazione di eventi ma, nel nostro caso, semplifichiamo usando singole parole. Proviamo, dunque, a seguire il percorso che ci porta a raccontare questa pietra miliare della nostra Italia, dall’inizio alla fine.

Ultimo aggiornamento Giovedì 30 Giugno 2011 07:45
 

Internetcrazia

E-mail Stampa PDF

Ebbene sì, sono un estimatore di Morfeo, il noto collaboratore de Lo Sbavaglio: pittore, poeta, autore di libri e novelle, ho sempre ammirato la sua creatività, e la facilità con cui accede ad Internet. Tanto che abbiamo organizzato una specie di associazione a delinquere: lui ha scritto, e io lo ho aiutato a pubblicare, tramite un bel servizio che permette di stampare  e anche mettere in vendita le opere di chi mai riuscirebbe o vorrebbe accollarsi le spese per decine o centinaia di copie pre-pagate, pietra angolare del modello di business di tanti piccoli e meno piccoli editori che campano in realtà sulle spalle di autori amatoriali che si guardano bene dal vendere.

Ultimo aggiornamento Martedì 28 Giugno 2011 17:24
 

Pallottaggio a Milano

E-mail Stampa PDF

Com’è risaputo il prossimo 29 e 30 maggio si terrà, a Milano, il ballottaggio fra LETIZIA MODERATA MORATTI e GIULIANO LUCIFERO PISAPIA. La di ESSO “improvvisata” comparsa in 5 telegiornali della sera del 20 maggio è la dimostrazione di quanto i toni siano calati – recependo, finalmente, i tanti moniti più volte lanciati dal Presidente della Repubblica - e si vada ad un civile confronto fra persone e idee in una normale competizione elettorale. A confortarmi in questa convinzione è l’ipotesi suggerita dai media che ESSO e Umberto, nei prossimi giorni, annunceranno una svolta storica: lo spostamento di ben due ministeri a Milano e uno a Napoli. È vero, parliamo delle due più importanti città in cui dovranno essere eletti i sindaci e si corre il rischio di malignare che si tratti di pura propaganda. ESSO,  del resto, rappresenta l’incarnazione assoluta dell’uomo d’affari occidentale dei nostri tempi: tutto ha un prezzo, tutto si compra e tutto si vende, come recita la prima, santa regola del dio mercato. È normale, dunque, che le migliori teste pensanti della politica italiana, considerino anche i ministeri come loro proprietà privata, di cui disporre in funzione delle esigenze del Paese. Se ne regalano due a Milano e uno a Napoli chiedendo, in cambio, che gli elettori delle città coinvolte accettino con gratitudine la benefica elargizione e … votino di conseguenza.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 22 Giugno 2011 12:23
 


Pagina 5 di 17

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information