Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Ora e sempre …Resistenza!

E-mail Stampa PDF

E sì ... siamo ancora qui … indistruttibilmente sconfitti ma sempre vivi, si può perdere una elezione, assumersi le proprie responsabilità, riconoscere i propri errori, discutere, essere in disaccordo  su molte cose, anche su tutto. Ma il nostro tutto è parziale e limitato in quanto il nostro nemico comune, il nemico del popolo italiano è uno, e uno solo, il fascismo e i suoi foraggiatori. I nemici della democrazia da sempre in agguato stanno facendo scempio della nostra Costituzione, delle istituzioni dello stato a cominciare dalla magistratura, il senso stesso dello stato democratico lo si sta ribaltando a beneficio delle forze più reazionarie e retrive.

L’attacco portato ai diritti dei lavoratori, alla legge 300, al diritto di contrattazione, ai diritti sociali, civili, al diritto al lavoro, allo studio, alla società democratica dimostra, se ancora ve ne fosse necessità, che i partiti oggi al governo hanno un solo unico obbiettivo ridisegnare a loro piacimento un sistema di potere anti democratico, contro la democrazia, contro i lavoratori, contro lo stato di diritto.

Noi il 25 aprile saremo ancora una volta nelle piazze d’Italia non per fare retorica sulla nostra guerra di liberazione, sulla resistenza, sulla morte di centinaia e centinaia di migliaia di uomini, donne, giovani, vecchi e bambini barbaramente assassinati dai nazifascisti coraggiosi sugli indifesi, sui vecchi e bambini, ma vigliacchi come sempre nell’affrontare a pari condizioni i nostri compagni partigiani di ogni credo politico e religioso che gettarono le basi culturali per disegnare e scrivere insieme la nostra COSTITUZIONE che noi e con noi tutti coloro di vera fede democratica difenderemo con tutti i mezzi democratici a nostra disposizione … ED OLTRE.

Ma prenderemo comunque esempio dal loro spirito di sacrificio, dal loro alto senso dell’unità per dimostrare ancora una volta che i morti sono uguali solo dopo morti, ma per noi uomini liberi e figli di uomini liberi perché la libertà se la sono conquistata con la morte. Ci sono uomini che muoiono per la libertà, per la civiltà, per il riscatto dell’uomo contro ogni sopraffazione e ingiustizia e questi uomini muoiono a testa alta ed è l’esempio che noi, nuovi partigiani, intendiamo seguire. Ci sono stati quelli traditi ed illusi che comunque sono morti per difendere i nazisti, i fascisti nel tentativo ulteriore ed ancora più grave ma fortunatamente inutile di riportare in vita un regime sanguinario generatore dei campi di sterminio e delle leggi razziali. In comune con questi criminali assassini i nostri morti e noi non vogliamo nè ora nè mai avere nulla in comune tanto meno da morti. I nostri partigiani ai loro figli insegnavano ed insegnano Pane Lavoro Pace e Libertà e non certo libro e moschetto … criminale perfetto. E per noi discendenti orgogliosi di una generazione di uomini liberi sino alla morte resta una sola scelta LA LOTTA UNITA PER COMPIERE SINO IN FONDO L’OPERA DI LIBERAZIONE INIZIATA NEL 1945 CHE NON SIAMO RIUSCITI ANCORA  A COMPLETARE. PER QUESTO PER NOI  SARA’ ORA E SEMPRE RESISTENZA. E CONTINUEREMO A CANTARE INSIEME BELLA CIAO, BELLA CIAO CIAO CIAO ...

Ultimo aggiornamento Sabato 24 Aprile 2010 07:29  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information