Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Sei buone ragioni per votare SEL

E-mail Stampa PDF

Domani e lunedì si vota per rinnovare i consigli di 13 regioni. Vorrei offrire ai nostri amici lettori qualche buona ragione per votare Sinistra Ecologia e Libertà (SEL). Posso semplificarmi il compito che mi sono posto dando per scontato che chi leggerà questo breve testo non sia sospettabile di simpatie a destra e perciò mi limiterò a offrire qualche motivazione per scegliere, nel canestro delle opzioni a sinistra, le liste di SEL (e pazienza se qualche internauta di passaggio non dovesse trovare completa la mia analisi). Ne ho individuate almeno sei che, nel loro insieme, mi sembrano sufficientemente distintive del carattere e dell’azione politica di SEL.

  1. SEL è la sinistra nuova di questo Paese. Considera fallite e non più percorribili le esperienze del secolo passato ma pensa che una società alternativa all’attuale, fondata su esclusive logiche di mercato, sia possibile (anzi auspicabile) e che la ricerca di un nuovo modello economico e sociale debba avvalersi, senza pregiudizio alcuno, del contributo di ogni pensiero critico.
  2. SEL ritiene inviolabile il riconoscimento alla Nazione fondata sul lavoro, fissato dall’articolo primo della Costituzione. Pensa che il lavoro, nella società globale ridotto a merce, debba costituire la priorità dell’azione politica perché sia difesa senza riserve la dignità dei lavoratori tutti, siano essi nativi o immigrati.
  3. SEL ha a cuore le sorti del pianeta. Sostiene la ricerca per la produzione di energia da fonti rinnovabili per ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera; difende le aree verdi dalla cementificazione aggressiva e selvaggia, l’acqua dalle speculazioni economiche e affaristiche.
  4. SEL crede in un nuovo modello di cittadinanza.  Considera irrinunciabile la libertà di espressione in ogni sua forma, politica o religiosa, e di decisiva importanza l’educazione alla cultura e alla bellezza.
  5. SEL non sottovaluta il pericolo costituito da Berlusconi e dal suo governo. Ritiene che i continui attacchi alla magistratura e alla stampa, che in democrazia rappresentano il prezioso e irrinunciabile contrappeso al potere dell’esecutivo, stiano deturpando il volto della democrazia e richiedono l’unità tutte le forze politiche di opposizione per un contrasto vigoroso ed efficace. 
  6. SEL è un work in progress e tutti possono contribuire a precisarne meglio il percorso e il progetto. Aprirà nei prossimi mesi un grande dibattito per coinvolgere tutti gli aderenti e i simpatizzanti in vista del primo congresso del partito che si terrà in giugno e al quale prenderanno parte delegati eletti a rappresentare tutte le regioni italiane. 

A queste ragioni, per così dire, generali se ne aggiunge una specifica e niente affatto trascurabile per gli amici torinesi dello Sbavaglio. Piero Calcagno, uno dei nostri più cari amici, è candidato consigliere nella lista SEL di Torino … Forza Piero!

Ultimo aggiornamento Sabato 27 Marzo 2010 22:04  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information