Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Che cinismo!

E-mail Stampa PDF

Strumentalizzare l'aggressione al presidente del consiglio per screditare giornalisti e gruppi editoriali che dissentono dalla linea di "partito". Tale atteggiamento denota, a mio avviso, l'utilizzo maniacale dell'esposizione mediatica, per fini esclusivamente propagandistici.

Dalle parole finora ascoltate dai vari leader del PDL non è emersa nessuna riflessione sulle reali cause dell'accaduto, nessuna autocritica, ma solo la velata attribuzione della responsabilità dell'accaduto ai soliti comunisti. Non credo ci siano le condizioni per dialogare con questa classe dirigente del centro destra che si dimostra in ogni occasione irresponsabile e senza il minimo senso dello stato. Ricordo l'attacco, alle più importanti istituzioni della Repubblica, sferrato dallo stesso presidente del consiglio, tra l'altro in una sede impropria, al solo scopo di salvaguardarsi dai numerosi processi in corso a suo carico. Dopo un episodio di tale portata e gravità pensate davvero che Berlusconi intenda sedersi ad un tavolo per discutere serenamente di riforme nell'interesse generale dello stato e dell'intera collettività? Io non ci credo. D'alema convinto, più che della propria intelligenza, della propria originalità, ha gia commesso gravi errori in passato, errori che l'intera sinistra ha pesantemente pagato in termini elettorali, con la perdita di un numero indefinito di voti. Oggi la posta in gioco è molto più alta, commettendo lo stesso errore, non solo si rischia la perdita di voti, ma si rischia di smarrire il percorso appena iniziato dello stesso partito Democratico. A tale riguardo voglio far notare la posizione strumentale della minoranza veltroniana che intende approfittare della proposta di D'Alema per aumentare il proprio peso all'interno del PD. Posizione che fa inoltre  emergere con chiarezza le lotte intestine ancora forti e non sopite all'interno dello stesso partito. Le stesse rivalità che, nello stupore e nell'incredulità di tanti elettori di centro sinistra, sono state una delle principali cause della caduta dei governi guidati da Romano Prodi. Chiudo il mio intervento con un saluto ed augurando buone feste a tutti i giornalisti coinvolti dal violento attacco gridato dagli scranni della Camera dall'on. Cicchitto.

 

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 25 Dicembre 2009 17:06  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information