Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Lui è peggio di me

E-mail Stampa PDF

Se al peggio non c’è mai fine, penso che noi facciamo bene a preoccuparci e a diffidare. Io mi sono sempre ritenuto per certi versi, un privilegiato: sono vissuto in periodo di pace molto lungo, stando ai tempi storici che le guerre hanno sempre avuto fra l’una e l’altra e per fortuna non siamo americani. E’ vero in tutti questi anni nel nostro paese vi sono stati momenti difficili, alcuni drammatici, molti dei quali hanno ancor oggi lasciato dei segni indelebili, forse si spera irripetibili per la loro particolare gravità e quindi indimenticabili; ma tutto sommato ne siamo usciti, salvaguardando per lo meno la nostra (attuale) sterile democrazia, se pure come si sa, il nostro popolo hai noi! Ha la memoria corta se pure l’età a detta degli esperti sia destinata ad allungarsi ma io non ci credo: è vero sono un miscredente e in più sono  anche un vecchio giacobino Risatona

 

 

Per fortuna se tutto andrà per il meglio, riuscirò ad evitarmi persino la classica terza guerra mondiale, per lo più in casa, e non è poco! Con tutti gli annessi e connessi vista la gravità della situazione internazionale. Questo per ragioni naturali e di salute e siccome io non sono un credente non posso neppure chiedere al Dio di Francesco e non di Abramo (A quanto pare secondo alcuni studi non sarebbero lo stesso Dio, pare abbiano obbiettivi e durata diversa di eternità.) Vai a fidarti degli Dei!  Di evitarmi ulteriori sofferenze J

Che volete io sono vissuto nel mito della lotta antifascista, i fratelli Rosselli, Gramsci, Matteotti, cose da partigiani, con cui nulla hanno a che vedere né Berlusconi e ancor meno J  Renzi, con i fratelli Cervi e le migliaia di uomini, donne giovani morti per un’Italia degna e civile (non certo per l’Italia di Renzi) e i suoi alleati di destra.

Per non parlare di Giuseppe Di Vittorio, Bruno Buozzi, Achille Grandi. E si altri tempi, altra gente con diversa caratura culturale, e politica, con ideali degni di essere vissuti per cui combattere e soprattutto onesti.  Vedo già Renzi e Berlusconi che fanno gli scongiuri (Vade retro satana!) J Completamente un altro mondo. Che tentano di cancellarne persino la memoria degli uomini e dai libri di storia, della scuola, dalla cultura, della memoria di un intero popolo, non solo italiano ma dell’Europa e del mondo intero.

POICHE’ GLI IDALI CHE LA NOSTRA COSTITUZIONE RAPPRESENTA SONO UNIVERSALI. E l’ambizione di demolirla è un inutile tentativo suicida da parte dei nostri governanti. Vi furono altri figuri nei tempi passati che tentarono di cancellare uomini, storia e libri mettendo al rogo tutto quanto (ESSERI UMANICOMPRESI!) fosse, vita, cultura storia. Alla fine a vincere fu la civiltà, la democrazia e la ragione. Se pure quei signori non sono proprio a quei livelli la loro indole per quanto mi riguarda è molto simile dal punto di vista culturale, a me pare per alcuni aspetti siano molto somiglianti a colui che finì impiccato a testa in giù. Alla fine Renzi spera che riesca la schifezza che non era riuscita al vecchio M.S.I alla vecchia democrazia cristiana, ai golpisti di Gelli, allo stesso unto del Signore, nomato presidente operaio, non che Silvio Berlusconi. Tutta vecchia ferraglia terminata nelle nuove teorie del (NUOVO P.D) un film già visto!  Non vorrei che Renzi a furia di rottamare e caricare come lui dice il nuovo alla fine non abbia caricato nel suo partito le carcasse reazionarie e fasciste, residui vari della reazione più retriva (Da come si ruba nel suo partito e da chi frequentano belle compagnie! pare proprio di si VERGOGNA!)  La costituzione repubblicana è un’altra cosa fa parte di una diversa storia nata dalla RESISTENZA  pagata con il sangue, con il sacrificio di una gran parte   del popolo italiano se proprio sarà necessario modificarla la strada è un ‘altra quella della democrazia e del confronto democratico non certo a colpi di maggioranza e con il comportamento autoritario del nostro presidente del consiglio e con la mancanza dei famosi contrappesi di cui nessuno ne parla più e vorrei ricordare  a chi di dovere che Il duce , come napoleone, EI FU ma soprattutto di non approfittare, come secondo me intendono fare della disaffezione al voto che loro stessi hanno provocato col mal governo per cancellare  LA COSTITUZIONE ITALIANA NATA DALLA RESISTENZA Poiché il dialogo con i nemici della costituzione per quanto mi riguarda l’ho chiuso il 25 Aprile 1945 se pure sono nato nel 52  PER CUI ORA E SEMPRE RESISTENZA E QUESTO VALGA PER TUTTOPER TUTTI E QUINDI ANCHE  PER IL P.D.

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information