Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Quarto: non distrarre!

E-mail Stampa PDF

La competizione tra PD e M5S si fa sempre più aspra ed il partito di Renzi ha il fiato dell’inseguitore oramai giunto alle sue spalle. In trincea da ultimo per il caso Banca Etruria, il PD tenta di spezzare l’assedio ordinando l’assalto alla baionetta della casamatta nemica. Solo così si giustifica la gazzarra mediatica intorno al caso Quarto.

 

 

 

In quel comune dell’hinterland napoletano, dove – non bisognerebbe scordarlo – i democratici non furono neppure capaci di presentare una regolare lista alle ultime elezioni comunali, il sindaco grillino, Rosa Capuozzo, ben prima che si accendessero i riflettori sulla sua amministrazione, ha respinto il ricatto di un suo consigliere di maggioranza in odore di camorra. Orbene? Del caso se ne occupa il Partito Democratico, ben altrimenti coinvolto in mille e una vicende ben meno commendevoli. Attacca: non hanno il monopolio della morale!

Il Movimento 5 Stelle, entrato nel pallone e dopo giorni di esitazione, chiede la testa del sindaco di Quarto con la stravagante motivazione: chi è nelle istituzioni non deve soltanto essere onesto ma deve anche apparire tale. Basterebbe con ciò una maldicenza, anche una provata calunnia per abbattere qualsiasi carica pubblica. La fatwa è arrivata anche stavolta da Beppe I. Il monarca ha sancito: la Capuozzo non ha rispettato le regole del Movimento e perciò è fuori. In un prossimo futuro, chissà, anche i ministri e lo stesso presidente del consiglio potrebbero essere licenziati con un post.

Insomma, per distrarre l’opinione pubblica dagli innumerevoli casi di malaffare che coinvolgono il Partito Democratico, puntiamo l’indice accusatore su Rosa Capuozzo. E già che siamo ben distratti lasciamoci trascinare nel gorgo di una strisciante dittatura. Se in autunno non dovesse farcela Renzi con le sue riforme ci sarà sempre un blog a guidarci, segnando la via luminosa dell’eterna verità.

 

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information