Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

La buona scuola ... ma mi faccia il piacere!

E-mail Stampa PDF

Dopo il Giobatto e il Porcellum bis arriva la Buona Scuola (DDL 2994). Ma buona per chi? Non la vogliono gli insegnanti, non la vogliono gli studenti. Le scuole, quelle davvero buone, non sono aziende. Lo Stato che crede nella sua scuola non investe in quelle private.

 

 

 

E Ferdinando Imposimato, presidente onorario della Suprema Corte di Cassazione, ha trovato almeno 7 profili di incostituzionalità nella legge appena votata alla Camera:

1) Disparità palese sulla titolarità d’istituto tra docenti e personale Ata, nonché rispetto al resto del pubblico impiego. (Tutti hanno un posto fisso anche quello che guida l’autobus mentre con il DDL 2994 gli insegnanti vengono inseriti nell’organico funzionale che li spedisce in una scuola poi in un’altra e poi in un’altra ancora a coprire le assenze dei colleghi o per piccole supplenze). Questo vale anche per il personale della scuola in esubero.

2) Valutazione impropria della funzione docente da parte di chi non ha le competenze adeguate. (I genitori e gli alunni del comitato di valutazione). Immagina un chirurgo che sta operando e il paziente mentre è sotto i ferri alza il dito ed afferma: “Mi scusi dottore ma la sutura è fatta male…”. Mi sembra al quanto surreale non credi?

3) Il POF (piano dell’offerta formativa) verrebbe approvato dal Consiglio d’Istituto cancellando di fatto la collegialità e l’organo preposto alla definizione del POF che è il Collegio dei Docenti. (Anche qui è impensabile lasciare nelle mani di mamme e alunni il potere di decidere su quale didattica sia migliore… )

4) Gli insegnanti sono lavoratori non subordinati . La libertà d’insegnamento è un diritto indisponibile, nel senso che non può essere modificato se non si modifica la Costituzione. Per questo motivo i docenti sono lavoratori non subordinati. Se venissero scelti da un dirigente scolastico + comitato di valutazione, diventerebbero dei semplici impiegati e soprattutto ricattabili dai genitori (conflitto d’interesse).

5) Questo DDL 2994 confligge dai Decreti Delegati, nel senso che l’impianto normativo del DDL 2994 + le leggi deleghe, + gli atti + le circolari ministeriali + le note ministeriali non sono sottoponibili al parere obbligatorio non vincolante del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, per questo motivo il Consiglio di Stato ha sentenziato il rinnovo dei membri del CSPI.

6) Il DDL 2994 confligge con l’art. l’art. 97 della Costituzione, ai sensi del quale “agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante pubblico concorso”, codifica un vincolo di imparzialità nell’assunzione dei dipendenti pubblici. In ambito scolastico le garanzie di imparzialità e pari opportunità del personale scolastico sono attualmente assicurate da un sistema fondato sulla graduazione degli aventi diritto in forza del possesso di determinati requisiti soggettivi: la scelta dell’amministrazione non è libera, ma ancorata a rigidi parametri predeterminati.

7) Le graduatorie di merito devono rimanere in vigore per tre anni, invece per diverse classi di concorso le assunzioni degli idonei sono state bloccate. Il DDL 2994 come emendato all’art. 8 congela le assunzioni fino al 2016-2017 pertanto va contro i tre anni della graduatoria.

 

Il  referendum abrogativo è la più importante delle possibilità che abbiamo per bloccare questa legge. Se saranno raccolte sin da ora 500.000 firme, il Governo non potrà più essere così sordo alle richieste degli insegnati e degli studenti. Firma anche tu:

https://www.change.org/p/scuola-genitori-personale-ata-firmate-per-la-richiesta-referendum-popolare-sulla-buona-scuola?recruiter=57718476&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=autopublish&utm_term=mob-xs-share_petition-no_msg

Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Maggio 2015 16:04  

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information