Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

La Liberazione

E-mail Stampa PDF

Si avvicina l'anniversario della Liberazione e desidero condividere con voi una riflessione in forma di poesia che feci otto anni fa, per l'appunto intitolandola:

25 aprile 2006.

Io non ero ancora nato.

Come la maggior parte delle persone che vivono oggi,
non ho vissuto quei giorni,
non ho vissuto quella liberazione.

Ma di lei sono figlio, come tutti lo siamo.
Per questo la festeggio.

Non perché io pensi che debba esservi oggi la resistenza che vi fu allora.
Anzi, chi lo pensa non dovrebbe festeggiare, perché dovrebbe pensare che allora fu inutile.

Non perché io pensi che ci sia ancora oggi il nemico che fu battuto allora.
Anzi, chi lo pensa non dovrebbe festeggiare, perché per lui la guerra non è finita.

Ma perché penso che da lì sia nato un paese nuovo e migliore.
Che lo sarà ancora di più quando sarà libero da chi pensa di doverlo liberare ancora.

Francesco Paganuzzi

Esprimevo all'interno della sinistra una critica culturale all'eccesso di ideologizzazione e alla spocchiosa  autoreferenzialità che tanto caratterizzava a mio avviso la sinistra italiana e che era alla base delle sue sconfitte.

La penso ancora così, e a distanza di otto anni a sinistra sono meno isolato nel pensarlo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Aprile 2014 09:03  

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information