Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Italia povera, povera Italia

E-mail Stampa PDF

Eccoci qua di nuovo a dover rivangare il nostro passato, la nostra storia, i nostri peccati, le nostre qualità. E ancora una volta diremo che nonostante tutto, il nostro è un grande paese, con un grande popolo … Che volete ogni scarrafone è bello a mamma soia. Siamo degli inguaribili romantici. Noi per secoli abbiamo amato ed inseguito la filosofia greca, i suoi insegnamenti e suoi Dei ed oggi quasi gelosi delle sue tradizioni siamo persino affascinati dalla sua condizione, come sempre simile per diversi aspetti alla nostra … Ma noi riusciamo sempre a fare qualcosa in più, noi siamo originali siamo italiani ma non sempre questo è un dato positivo. Qualche volta mi domando, sbadato e sciocco come sono … ma come saranno i poveri del resto del mondo, in Africa, in Thailandia, in Brasile, in Cina, o in Grecia, ma ci sono tutti questi poveri?


 

 

In  un mondo dove si spendono fortune e bilanci di interi paesi per la corsa agli armamenti,per distruggere anziché costruire, per uccidere anziché curare,  si spendono fortune per raggiungere il potere e farlo proprio, si sperperano fortune per la speculazione, le mazzette, la delinquenza , la mafia,le ruberie, gli intrallazzi e chi più ne ha ne metta non ho pi voglia neppure di fare gli elenchi non basterebbe un libro, che dico una intera enciclopedia, se non addirittura una libreria intera.  E questo non servirebbe a rendere giustizia a nessuno di tutti poveri del mondo.  E credetemi siamo talmente poveri e talmente inutili agli occhi dei potenti che neppure più i loro partiti si interessano di raccogliere il frutto della loro ignoranza cioè il loro voto ed il loro consenso elettorale che pure è fondamentale per mantenere il loro status quo la loro potenza la loro prepotenza la loro arroganza, la loro violenza, le loro ingiustizie, in una sola parola il loro potere. Forse perché hanno capito ormai da diverso tempo che questi popoli istupiditi dai loro sogni di cartone non sono almeno per il momento in grado di opporre una benché minima opposizione, nemmeno più verbale. Ma non sempre le cose anche per loro vanno come devono andare, ma questa regola vale per tutti anche per coloro che si arrogano il diritto di rappresentare coloro che per anni gli hanno dato fiducia, chiudendo gli occhi, tappandosi il naso, stringendo  i pugni e che per decenni hanno ingoiato fango, e qualunque cosa nella speranza che in qualche modo un minimo di riscatto anche solo parziale potesse giustificare sacrifici, rinunce e speranze regolarmente deluse dalla incapacita di sentire il polso di un popolo che lentamente abbandonava ogni speranza e ogni volontà per rivolgere il proprio sguardo e il proprio futuro verso sponde sconosciute, verso illusioni che ancora una volta potrebbero essere deluse da risvolti che con la democrazia hanno poco a che vedere, e che sicuramente porrà questioni importanti di democrazia e di conseguenza di futuro e il futuro non c'è qualunque cosa mi si viene a dire. Quando si perde il contatto con la  realtà, col il mondo, e con i sogni di un popolo, non c'è nessuna possibilità di salvezza per niente e per nessuno Lor Signori hanno bruciato il paese, hanno fatto terra bruciata, hanno creato e lasciato sulla nostra economia, sulla nostra democrazia, sulla nostra costituzione solo macerie e quelle che potevano essere speranze e prospettive sono diventate semplici illusioni.  E tutto ciò a causa di chi ancora una volta non è stato capace di condurre alla vittoria un popolo disponibile al sacrificio, oltre a quelli già fatti,per salvare se stesso , il paese e la sua inscindibile democrazia presa a calci proprio da di avrebbe dovuto fare di  questo strumento, l'arma letale contro una destra che da un ventennio soverchia il nostro disgraziato popolo e pirateggia come e peggio di ATTILA che di fronte ai nostri governanti diventa una mammoletta. Nessuno ha voluto capire , ha voluto sentire le grida di giustizia, di richiesta di lavoro, di democrazia, di risanamento richiesto per le le istituzioni regioni, comuni, province, i partiti. La richiesta di risanamento nella giustizia, nella sanità. La richiesta logica di più equità nella distribuzione del peso fiscale in termini socialmente più sopportabili, in poche parole chi più ha più paga. Questo maledetto paese appartiene a chi lo abita e di ricchi in questo paese sono molti tanti, addirittura troppi, ed è anche il paese di questi ricchi, come troppe sono le differenze, le ingiustizie come troppo è stato e sarà la tracotanza dei partiti che non hanno saputo leggere il dramma sociale che stava sopportando immeritatamente e questa classe politica non merita il nostro popolo. La nostra cultura, la storia . La terra di Dante, Leonardo, del Caravaggio, di Benedetto Croce, Gramsci, e non ho neppure il coraggio di ricordare coloro che per fondare la nostra costituzione costruita sillaba su sillaba, riga per riga, pagina per pagina da migliaia e migliaia di semplici cittadini di ogni credo politico e religioso, di ogni categoria in particolare i poveri, le donne e gli operai e i lavoratori proprio quelli di cui il P.D. E NON SOLO si sono vergognosamente dimenticati quando si è trattato di difendere i deboli egli indifesi dagli attacchi di Berlusconi e Monti diversamente simili come da sempre affermo. VERGOGNA! Poiché questa cari amici (Non me la sento di chiamarvi compagni un lusso che ormai concedo ormai a pochi e a mia discrezione) dura ormai da troppo tempo le lotte sono nel dimenticatoio, la protesta, il sussulto. La denuncia la lotta in piazza l'iniziativa politica contro e per è diventata un optional e al manovratore non si parla zitti e pedalare e se poi si fa una riforma delle pensioni e si inventano gli esodati pazienza sono effetti collaterali, come i giovani abbandonati nelle strade, nelle scuole,  per tutto il resto lascio a voi non voglio insegnare ai gatti ad arrampicarsi sugli alberi. I lavoratori si sono sentiti abbandonati, derisi offesi non sufficentemente sostenuti da alcuno dei partiti di sinistra o presunta tale neppure ne nei giorni più difficili a comiciare da Taranto, quelli della sardegna la fiat  e di tutta Italia  ed ancora c'è silenzio sulla manifestazione che Berlusconi vuole fare contro la magistratura contro lo stato contro la costituzione che con che razza di opposizione ho a che fare? Chi difende il mio paese, la mia magistratura, lo stato ma sen on lo  fa la sinistra chi deve farlo? Io sto con lo stato, ma lui dov'è? ma davvero il P.D. Si definisce un partito democratico?  Io ho molti dubbi  a volte mi chiedo se son sveglio o sto sognando  e non dire a nessuno che sei del P.D. Potrebbero confondersi e chiederti l'anticipo dell'IMUQuello che mi fa specie che in una fase così delicata si continua a non dire nulla o quasi sulle spese militari sui costi della politica, sulla evasione fiscale , su l'equitalia, sul lavoro, sulla ricerca, le tasse sui beni superflui o immobiliari. avrei voluto più determinazione, maggiore volontà di cambiamento che è mancato i lavoratori, il paese ha chiesto il cambiamento ed stato ancora tradito deluso e deriso. E non ha caso si rivolto altrove e nessuno si permetta di dire che è colpa dell'elettorato, avete consegnato il paese ad una forza moderata e reazionaria ( Mai sottovalutare questi fenomemi soprattutto negli ambienti di sinistra … velo devo dire io?) con il consenso numeroso di una grande parte di gente onesta seria che per il proprio paese  ha dato il proprio passato e un pezzo del presente ha consegnato non per colpa sua il proprio futuro a forze di manovra incontrollate e incontrollabili. E ricordiamoci che non vi sono persone peggiori si fa per dire di coloro che si sentono traditi e umiliati Ma ancora una volta nessuno ha capito nulla. Pensano che questi si contentino di una seggiola, o di qualche ministero da idiota, di qualche concessione NON E' COSI  e sinceramente fanno bene si è troppo esagerato, meglio cambiare i metodi clientelari qui non attecchiscono bisogna rivoltare i concetti e assumersi la responsabilità di andarsene. Ed è per tutti troppo tardi … che volete io sono visionario lo sapete benissimo … mi affaccio al balcone e …. VEDO  LA GRECIA

E vedo anche che sullo Sbavaglio gli amici si stanno prodigando ma pochi hanno capito che è TROPPO TARDI le alchimie non servono ci va politica  e voglia di cambiamento che nella nostra sinistra non c'è al di la di qualche enunciazione … non gli credo. E nemmeno il canto del cigno commuoverà nessuno … a mio parere il P.d. Ha chiuso.Ma non l'ho deciso io. Ma la loro stessa dirigenza, con il loro incapacità di capire il paese, di dare l'idea del cambiamento, la loro arroganza, la loro inettitudine e stupidità, ma soprattutto la loro sete di potere e ancora la loro incapacità di essere umani e classe dirigente. Così finiscono i servi del potere.Chi è causa dei suoi mali  …pianga se stesso , forse è meglio che comincino a farlo!

Ultimo aggiornamento Domenica 03 Marzo 2013 13:36  

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information