Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Politica

Copernico e i conservatori

E-mail Stampa PDF

Approvata in seconda lettura la legge delega alla Camera, il governo Renzi ha già disposto i decreti attuativi di quella riforma del regime giuridico del lavoro che, non senza vergogna, ci ostiniamo a chiamare Jobs Act. Nei mesi precedenti, anche su questo modesto giornale - con particolare riferimento alle modifiche da introdurre all’art.18 dello Statuto dei Lavoratori - si sono levate le voci di chi denunciava l’attacco del PD renziano ai diritti conquistati in mezzo secolo di storia e chi difendeva le ragioni di una riforma necessaria per ammodernare l’organizzazione del lavoro in Italia. Ora le carte sono sul tavolo e possiamo leggerle in tutta tranquillità.

 

 

Democrazia?

E-mail Stampa PDF

Riportiamo nel seguito, con il consenso degli autori, due interessanti commenti all'intervista a Xtalk che si prestano bene ad una discussione sul significato e la natura di quel che chiamiamo democrazia.

 

Ultimo aggiornamento Sabato 18 Ottobre 2014 19:47
 

Oppido: non c'è sorpresa

E-mail Stampa PDF

I fatti di Oppido, non nuovi invero per la Calabria ma questa volta balzati sulle prime pagine della stampa nazionale per via della recente visita del papa in questa regione, hanno portato molti commentatori a indicare ancora una volta le responsabilità della classe dirigente meridionale, calabrese in particolare, per questo sperimentato e secolare degrado della vita sociale. È un refrain già mille volte ascoltato. Lo ha ripetuto, da ultimo, Vito Teti in un bell’articolo apparso qualche giorno fa su La Stampa. Sembra spiegare tutto. Vorrebbe allontanare il pregiudizio razzista sui meridionali e, insieme, respingere la tesi vittimista e storicamente infondata di un Sud depredato delle sue ricchezze da un Nord cinico e avaro.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 11 Luglio 2014 14:18
 

Fo e Imposimato, se ci siete, battete un colpo!

E-mail Stampa PDF

Da qualche giorno Dario Fo e Ferdinando Imposimato non fanno sentire la loro voce su quel che capita nel M5S e sulle sue spregiudicate alleanze europee. Nell’ultima intervista al Fatto Fo ricordava che “Farage ha valori diversi, viene dalla destra profonda. Chi si avvicina al Movimento è attratto dalla sincerità, dall’onestà, da atteggiamenti e scelte positive, non vale lo stesso per l’Ukip”. Imposimato a sua volta ammoniva su Farage che “è il paladino del liberismo selvaggio e dell’antieuropeismo. Va contro la nostra Costituzione e l’articolo 11, ma soprattutto contro il programma del Movimento basato su uguaglianza e solidarietà”. Chissà cosa sono divenute ora queste manifestate perplessità alla notizia che il gruppo di Farage-Grillo è pronto e che include anche due parlamentari svedesi che vengono da un gruppo nazista, una parlamentare francese eletta nelle liste del Front National di Marine Le Pen ed altri rappresentanti della destra euroscettica, lettone e ceca in particolare.

 

Ultimo aggiornamento Domenica 22 Giugno 2014 21:29
 

Se è lecito sognare

E-mail Stampa PDF

Oltre alla clamorosa vittoria di Matteo Renzi, il voto alle europee ci consegna due fatti importanti, potenzialmente capaci di modificare in profondità la politica italiana: il successo della Lista Tsipras e l’approdo in Europa dei deputati di Beppe Grillo. Vediamo come e perché queste due vicende, apparentemente assai distanti tra di loro, potrebbero avere un esito comune, un risultato straordinario per chi coltiva la speranza della rinascita della sinistra italiana.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Giugno 2014 08:43
 


Pagina 9 di 40

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information