Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Politica

Dopo il primo turno

E-mail Stampa PDF

Sarebbe certamente errato trarre sicure conclusioni dall’esito del primo turno di queste elezioni comunali ma sarebbe almeno altrettanto miope trascurare i segnali chiari che giungono dalle urne. Perciò, con la necessaria cautela, analizziamo i fatti principali come emergono da alcune tra le più importanti città al voto.

 

 

Il nemico e i traditori

E-mail Stampa PDF

Provo un senso di smarrimento, di tristezza, in questi giorni. Neppure con la mia tradizionale e in molti casi addirittura ormai proverbiale (almeno per lo Sbavaglio) fantasia, avrei potuto immaginare di dover combattere contro coloro che sino a ieri condussero con me, al mio fianco, battaglie più o meno memorabili per la difesa  di quei diritti, che caratterizzarono le nostre convinzioni, la nostra unità, i nostri obbiettivi, le nostre lotte, le nostre sofferenze, le nostre battaglie, e per molti di noi significarono il nostro futuro poiché il passato era stata una esperienza certa (e tutto lo si faceva persino per i nostri figli) oggi diseredati proprio da noi, asserviti a un sistema di potere che non solo ci ha divisi, ma che ci ha messi l’uno contro l’altro e non ci stiamo accorgendo che siamo divisi persino dai, e nei nostri stessi interessi, che pure dovrebbero coincidere per tradizione, cultura e storia.

 

 

Questa è democrazia, bellezza!

E-mail Stampa PDF

Immaginate, senza troppo sforzare la fantasia, che ad ottobre Renzi e Boschi vincano la loro scommessa. La riforma costituzionale è approvata dalla maggioranza degli Italiani. La nuova legge elettorale potrà infine applicarsi e dispiegare i suoi effetti sulla composizione del Parlamento, mentre la legge Delrio (56/2014), che ha abolito le Province e istituito le Città Metropolitane, ha trovato conferma nella nostra legge fondamentale. Se considerate anche il Giobatto (Jobs Act) e la Buona Scuola potete ben dire che l’Italia è stata, davvero, rinnovata! Il lungo dopoguerra è finito, l’Italia si apre alla modernità e alla competizione internazionale. Bravo Renzi! Brava Boschi!

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 30 Maggio 2016 21:20
 

Ma di cosa stiamo parlando?

E-mail Stampa PDF

È difficile valutare la Riforma Costituzionale in sé, nei suoi  contenuti, rinunciando a pregiudizi ideologici e ad antipatie  personali nei confronti di un Premier e di una Ministra  non troppo amati dalla nostra "sinistra" sinistra (unica, legittima tenutaria del VERBO e della VERITÀ). Devo confessare che anch'io, se tempo addietro ESSO avesse dichiarato di volersi suicidare (politicamente, intendiamoci!), mi sarei opposto in quanto espressione di ESSO medesimo.

Quali e quante, inoltre, sono le novità apportate alla Costituzione? Quanti  ne sono davvero informati in modo da valutare razionalmente – con la capoccia e non con la pancia – i miglioramenti o le storture introdotte?

Ultimo aggiornamento Domenica 29 Maggio 2016 18:26
 

Il commento

E-mail Stampa PDF

Summa del Cacciari-pensiero: la riforma costituzionale di Renzi sarà anche una cagata pazzesca, ma la sinistra - anzi, la politica - ha perso il diritto di parlarne, dopo 40 anni di chiacchere e clamorosi insuccessi.

 

Non potrei essere più d'accordo, ostia!

 


Pagina 5 di 40

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information