Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Prima il galateo

E-mail Stampa PDF

Dopo la doppietta di Mario Balotelli al Chievo-Verona, un gol su azione, il secondo, a freddo, a fine partita, con la seguente dichiarazione: “Il pubblico di Verona mi fa sempre più schifo”, anche la beffa.

Sulla linea che  Balotelli sia uno scostumato, gli è stata infatti comminata una sanzione.

La storia, ancora una volta, si ripete: il pubblico fischia e indirizza cori razzisti, ma le reazioni, pur sdegnate, sono timide, non destano molto scalpore, i razzisti sono là, si sentono, si vedono, sono cose che non dovrebbero succedere…

In una società dove l’humus culturale è segnato dal velinismo, dall’antilacciuolismo e dalla gioia di vivere di stato, il razzismo, altro importante leit-motiv della compagine governativa, non può che essere tollerato e trovare applicazione pratica ovunque, tra i giovani, nelle amministrazioni pubbliche, negli stadi.

Non ci si può dunque meravigliare se il problema principale, quello del razzismo, viene fatto passare, gerarchicamente, dopo la scostumatezza.

Pochi giorni fa Antonio Tabucchi su Le Figaro diceva della Lega definito “Partito razzista”: “…Vanta la superiorità della “razza” ariana e detesta le altre (i neri, gli ebrei e, in particolare, gli arabi)…Le pare ammissibile, Signora Europa? ”.

Nell’attesa che  rifiorisca la sana vigilanza democratica e antifascista dei tempi che furono, presente in ogni borgo d’Italia, efficacissimo deterrente contro ogni intolleranza, potremmo intanto cominciare a trattare di più di questo odioso fenomeno, che si presenta sotto forma di reintroduzione per via amministrativa delle leggi razziali del 1938 (vedi Trezzano), sollevando l’opportunità costituzionale dell’intervento prefettizio su questi enti, esattamente come avviene nei comuni del Sud (e anche del Nord), per motivi legati all’ingerenza mafiosa e, magari, perché no?, anche di qualche bella retata anti-razzista negli stadi.

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Gennaio 2010 18:41  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information