Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Troppa tolleranza

E-mail Stampa PDF

Secondo la ricostruzione che ne fa il ministro dell’Interno Roberto Maroni, la causa prima dei disordini di Rosarno è la troppa tolleranza nei riguardi dell’immigrazione clandestina.

Troppa tolleranza. Anche a noi pare così.

Gli africani di Rosarno, centinaia di giovani dell'Africa sud sahariana e magrebini, sono uomini in fuga da paesi in guerra o dalla povertà assoluta, divenuti merce del traffico internazionale dell’emigrazione. Troppa tolleranza, dunque, verso la spoliazione sistematica del sud del mondo e verso l’economia globalizzata di rapina.

Gli africani di Rosarno alloggiano alla "Rognetta" o nell'ex cartiera abbandonata di S. Ferdinando, dentro baracche puzzolenti di cartone e bambù, in mezzo al fango e ai topi, in condizioni igieniche spaventose che comportano spesso gravi  patologie respiratorie. Troppa tolleranza, dunque, verso la miseria, il degrado e verso le pubbliche amministrazioni incapaci di intervenire e di assicurare livelli minimi di vivibilità.

Gli africani di Rosarno sono braccia da lavoro per la raccolta degli agrumi, che ogni mattina i pullmini dei caporali si incaricano di reclutare per 12 ore al giorno per 25 euro. Troppa tolleranza, dunque, verso il lavoro nero e verso le mafie che ne traggono alimento e profitto.

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information