Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Quelli da punire (la lezione di Rosarno)

E-mail Stampa PDF

Ho un fremito di vergogna, per quello che è accaduto in Calabria, amo questa regione, ricca di storia, di cultura che trae origine, ancor prima della Grecia antica. Questa terra ha dato i natali a uomini e donne, che hanno dato e danno lustro al nostro paese, nei campi della cultura, nella storia, e non certo in secondo piano le loro braccia ha costruito gran parte dell’Italia, dell’Europa e del mondo. Ho parlato delle loro braccia, non a caso la mano d’opera calabrese ha dato lustro da sempre al lavoro italiano, alla sua intelligenza, alla sua fantasia (vedi nel campo della moda e non solo), alla sua serietà, e principalmente al suo incommensurabile spirito di sacrificio.

Onore quindi a questo meraviglioso popolo da portare ad esempio per il suo grande spirito di ospitalità. Qualcuno ora si aspetta un però che da me non arriverà mai. Terra amara come tutte le terre del sud, immersa nella sofferenza atroce di subire lo smacco e la vergogna di dover sottostare da un lato al potere coloniale dello stato, e dall’altra a causa dell’abbandono da parte dello stato patrigno, essere vittima del potere mafioso delle cosche, e poco importa se lì si chiama 'ndrangheta, organizzazione che trova forti collusioni, con lo stato, e le forme più retrive del capitalismo, che il più delle volte in difesa dei propri interessi, usa il potere mafioso

Per intimorire e lasciare del terrore la povera gente che chiede solo lavoro, mentre lo stato è in vacanza a porre veti e segreti di stato per coprire le proprie nefandezze. Provo tristezza quando a causa, delle prevaricazioni, delle violenze delle ingiustizie, dello sfruttamento, delle mafie, uomini, donne bambini si affrontano, nel tentativo inutile di scaricarsi a vicenda responsabilità che sono dei mafiosi, in primo luogo ma anche di uno stato che ha abbandonato il senso di responsabilità. E di solidarietà, che sono elementi fondanti per un paese che intende dichiararsi civile, tutto la barba alle norme internazionali ed europee. Io non distinguo gli uomini dal colore, fra gli esseri umani non devono esistere i colori, ma le loro azioni, il loro pensiero, la loro idea di essere umano. Sono addolorato per quello che è successo. Non si distruggono le automobili, non si picchiano le persone, e tanto meno i bambini, non si usa la violenza, queste cose esistono già e sono usate dal potere infame di che ci governa, dalla ndrangeta e dai loro aguzzini, noi siamo un’altra cosa siamo quelli che la violenza la subiscono e i poveri, i diseredati, gli abbandonati, gli invisibili, se vogliono visibilità devono unirsi, capirsi, spiegarsi, devono parlarsi, ci sono già troppi nemici, troppi avversari. Dobbiamo individuarli e colpirli con gli strumenti che la democrazia impone agli esseri civili. Ciò detto gravi responsabilità sono sulle spalle del ministero degli interni e del governo, che chiude continuamente gli occhi sulle condizioni di vita di migliaia di esseri umani emigrati che vivono al disotto delle condizioni di schiavitù e non interviene mai e lascia agli speculatori, agli sfruttatori, ai mafiosi carta bianca, permettendo la qualunque, per poi…quando la rabbia diventa incontrollabile, ingestibile, e i buoi sono scappati… dare la responsabilità a loro quelli che hanno l’unica colpa di voler vivere…e questo punto davvero…uccidiamoli tutti togliamoci in questo modo la vergogna di essere incivili.  Prima di fare questo…Ricordiamoci…che questi signori non ci sono l’hanno, con i neri sono molto arrabbiati con i poveri che si battono, e vogliono camminare a testa alta, e in questo caso ai padroni, del colore della pelle non glie ne può fregare di meno. Adesso Maroni e i suoi sgherri vanno dicendo in giro che il governo è stato troppo tollerante con gli emigrati, dimenticandosi che sono anni e anni che è in vigore la legge Bossi Fini, perfino Rotondi visto che non sa mai cosa dire

Perde un’occasione per stare zitto e gli da ragione. Già vero troppo tolleranti siamo stati noi a votare delle zucche vuote…Ah SE VI FOSSE L’OPPOSIZIONE! !...

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Gennaio 2010 22:17  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information