Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Migranti

Rivolta di Rosarno: la "normalizzazione dell'inaudito"

E-mail Stampa PDF

A Rosarno da giovedì nulla è più come prima: quest'oggi centinaia di migranti stanno lasciando i miserandi ripari abitati fino a ieri: la paura è notevole. Il pericolo è reale: Non vorrei essere facile profeta, ma se qualcuno resta, prima o poi ci scapperà il morto. Non subito. A bocce ferme, quando la situazione sarà riportata apparentemente alla calma e gli animi si saranno sedati; a riflettori spenti insomma, qualche migrante innocente e inconsapevole pagherà con la vita, la rabbia e la reazione violenta e indiscriminata dei suoi compagni alle condizioni di semischiavitù cui sono stati sottoposti da anni migliaia di lavoratori stagionali immigrati nella Piana di Gioia Tauro. 

Ultimo aggiornamento Sabato 09 Gennaio 2010 22:26
 

Prima il galateo

E-mail Stampa PDF

Dopo la doppietta di Mario Balotelli al Chievo-Verona, un gol su azione, il secondo, a freddo, a fine partita, con la seguente dichiarazione: “Il pubblico di Verona mi fa sempre più schifo”, anche la beffa.

Sulla linea che  Balotelli sia uno scostumato, gli è stata infatti comminata una sanzione.

La storia, ancora una volta, si ripete: il pubblico fischia e indirizza cori razzisti, ma le reazioni, pur sdegnate, sono timide, non destano molto scalpore, i razzisti sono là, si sentono, si vedono, sono cose che non dovrebbero succedere…

Ultimo aggiornamento Lunedì 18 Gennaio 2010 18:41
 

Troppa tolleranza

E-mail Stampa PDF

Secondo la ricostruzione che ne fa il ministro dell’Interno Roberto Maroni, la causa prima dei disordini di Rosarno è la troppa tolleranza nei riguardi dell’immigrazione clandestina.

Troppa tolleranza. Anche a noi pare così.

 

Africani in rivolta a Rosarno

E-mail Stampa PDF

L’evento risalente alla scorsa notte, non ancora rientrato in queste ore, rievoca in modo particolare le sollevazioni violente che, più o meno periodicamente, avvengono negli Stati Uniti.

Anche il movente ha in comune con le esperienze passate un’ingiustizia violenta contro un nero.

Da qui la ribellione, come si trattasse di reminiscenze della condizione di schiavitù.  

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Gennaio 2010 22:18
 

Quelli da punire (la lezione di Rosarno)

E-mail Stampa PDF

Ho un fremito di vergogna, per quello che è accaduto in Calabria, amo questa regione, ricca di storia, di cultura che trae origine, ancor prima della Grecia antica. Questa terra ha dato i natali a uomini e donne, che hanno dato e danno lustro al nostro paese, nei campi della cultura, nella storia, e non certo in secondo piano le loro braccia ha costruito gran parte dell’Italia, dell’Europa e del mondo. Ho parlato delle loro braccia, non a caso la mano d’opera calabrese ha dato lustro da sempre al lavoro italiano, alla sua intelligenza, alla sua fantasia (vedi nel campo della moda e non solo), alla sua serietà, e principalmente al suo incommensurabile spirito di sacrificio.

Ultimo aggiornamento Venerdì 08 Gennaio 2010 22:17
 


Pagina 5 di 6

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information