Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Libera caccia in libero stato

E-mail Stampa PDF

Approfittando della nuova legge sulla caccia, i nostri eroi hanno organizzato una battuta di caccia. Erano anni che aspettavano questa legge, non se ne poteva più, possibile che non si poteva fare un po’ di sano sport, quando si vuole, senza aspettare date e regole che poi ti rovinano le giornate. Finalmente con questa legge si può sparare su quello che si vuole, basta che si muove, fosse anche solo un’ombra, e poi con tutte queste bestie, i colombi poi che mi sporcano sul balcone, mi fanno un casino! Si può portare anche un minorenne, questo sì che è un paese libero.

Così Homer si è portato dietro Gian Laido, suo nipote sedicenne, uno che va già ad allenarsi al poligono di tiro, e quando può si diverte a giocare con la pistola, davanti alle scuole elementari, così si può allenare su sagome in movimento e l’orgoglio di famiglia, Homer l’ha letteralmente adottato, Gian Laido è un ragazzo d’oro, in futuro potrà essere utilizzato per sparare stupidaggini in parlamento, adesso è semplicemente iscritto, a un’organizzazione Giovanile, dal nome che è tutto un programma, La gnegna, e per passatempo tortura le donne di qualunque colore. E’ un vero gioiello, e poi…sono ragazzate. Si sono organizzati, i giovanotti, tutti bardati come si conviene, finalmente ai passerotti potranno fargliela pagare se incontrano una poiana per lei, è la fine Sono andati sulle Madonie a caccia sulle proprietà di Don Alfio nomato o Ciucciu, amico di famiglia, amico di sangue di Santuzzo uomo d’onore. E’ un territorio ricco di cacciagione si possono trovare addirittura topi di campagna ottimi per fare gli arrosti. Si sono armati di tutto punto, il Bombardone si è portato, un piccolo carro armato fattosi regalare da suo amico Popof, Puccetone si armato di un’ascia, se qualche albero è di troppo…Il Basettoni si è portato una fionda, Diogene un bazuca, Homer un fucile di precisione colpisce una mosca a cento metri, o Professore, una Winchester, Pier Piero, Pinot, e Carlin direttamente delle bombe a mano…e non è la terza guerra mondiale è solo una partita di caccia. Gian Laido voleva usare solo le mani, ma non sarebbe stata una competizione corretta, così l’hanno convinto a prendere, due fucili e una decina di coltelli da caccia. Lui avrebbe usato i denti. Una belva. Si sono portati i cani a Caccia ma Argo è voluto rimanere in macchina a dormire, facendo arrabbiare non poco il Bombardone che voleva sparargli subito, ma l’intervento, del professore, gli ha salvato la vita. E poi ci sono Cicchi e Bona, c’è Attila, e Arturo quattro cani sono più che sufficienti, e Gian laido a scanso di equivoci si portato fuffi un alano enorme grosso quanto un vitello, feroce addestrato per la caccia ai bisonti, lo usa quando va in America. Per spaventare quelle bestiacce. Pinot, Pier Piero, e Carlin cominciano a lanciare le bombe, riescono a buttare giù una ventina di alberi, pregiati tra l’altro noci, nocciole, tre querce, e quant’altro, ma di volatili nemmeno l’ombra, un cervo, e tre cinghiali, spaventati si vanno a nascondere, scappando il più velocemente possibile, il Puccettone vede uno scoiattolo su un albero e comincia a segare l’albero che cade, ma lo scoiattolo nel frattempo e saltato da un'altra parte,il papi eccitato spara un colpo di cannone contro il bosco buttati giù nove alberi ma di animali nemmeno l’ombra, i cani povere bestie venivano lanciati vuoto, esausti decidono di acquattarsi ed anche fuffi l’alano si è stancato e Gian Laido lo prende  a calci, come ama gli animali quel ragazzo! Decidono di separarsi, magari così li freghiamo…Homer è fuori dalla voglia di sparare, sente  un movimento tra il fogliame, sarà un cervo…un cinghiale o un fagiano con un’ala ferita…prende la mirare. preso…ha preso Pinot che stava urinando dietro un albero, ma per quello che c’era non ha procurato molti danni, ma l’uccello è comunque  ferito, bè meglio che niente. Chi ha messo il fucile nelle mani di Homer? Lo sanno tutti ch è cieco. Il bombardone si lui si… sente Quattro passi sospetti si questo è un bisonte vede le corna e spara con suo cannone, macché erano Pier Piero e il professore che si erano incastrati fra i rovi, e sono rimaste intatte solo le corna, per il resto tutti impallinati. Il Puccettone da buon boscaiolo continuava a radere al suolo tutto quello che capitava, e mentre raccoglieva dei bellissimi funghi di colore rosso vivo che credeva commestibili, è stato impallinato da Gian Laido, che gli ha anche lanciato, contro fuffi, che lo ha praticamente spogliato, non è colpa del ragazzo, con tutti questi rumori nel bosco…E però questo insuccesso lo ha indispettito e alla fine gli ha anche impallinato un piede…molto giusto.  Anche per Gian Laido che cose non sono andate molto bene, si è dovuto scontrare con u orso bruno dal quale è stato sonoramente schiaffeggiato, e sculacciato, e poi lo hanno ricoperto di foglie come fanno con i loro escrementi. Giornata infausta per i nostri prevedibilissimi eroi. Nessun animale cacciato (e noi diciamo per fortuna) in compenso cinque feriti e siamo quasi contenti di pagargli le spese sanitarie…ma no un uccello è stato preso, quello di Pinot, ecco si sparassero sui loro di uccelli? Per Pinot bastava mirare più in alto il risultato sarebbe stato uguale.

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Febbraio 2010 19:38  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information