Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Festa nuziale al Coco Loco 2

E-mail Stampa PDF

L’appuntamento con Francuzzo era stato fissato per le 8 di mattina sotto casa mia. Alle 5 di questa mattina sento suonare il campanello, era Francuzzo, non era riuscito a dormire a causa della tensione che sentiva e per tutta la notte non era riuscito a chiudere occhio, mi ha confessato di aver dormito con la foto di Susj sotto il cuscino, avrei dovuto immaginarlo, galeotta fu la foto, aveva gli occhi in una condizione irriferibile, che dovevo fare … l’ho fatto salire, gli offerto il caffè, mia moglie era fuori dai fogli, ma è molto educata e tollerante e non bestemmia ma si vedevano le nuvolette nere come nei cartoni animati. Alle otto eravamo davanti alla stazione per prendere Ciccio, ancora assonnato ed era appoggiato con un braccio sopra un raccogli carta che fumava la sua 45-esima sigaretta, ogni tanto borbottava qualcosa in calabrese, ma poteva essere comprensibile, fare un viaggio in treno sino a Torino sui nostri carri bestiame non è cosa da poco, specie per lui che soffre di  artrosi cervicale, coliche renali, e artriti reumatoidi. Ma la sua forte tempra non lo da ad intendere, un toro in sostanza. Non è stato un brutto viaggio, salvo per il fatto che Francuzzo nelle due volte che ci siamo fermati a prendere il caffè sembrava un leone in gabbia, non vedeva l’ora di uscire per ripartire, voleva arrivare al più presto, lui soffre di gastrite e il caffè durante il viaggio lo impediva e ruttava disturbando il riposo ristoratore di Ciccio che intendeva recuperare il sonno perso, ero davvero in buona compagnia. Francuzzo per fare bella figura s’era portato tre valige piene di indumenti, una gliel’ho fatta lasciare a TORINO e se ne è portate solo due, una con gli indumenti della serata e l’altra piena di regali per la bella, dopo vi dirò cosa le ha portato quello scapestrato, spendendo i soldi del giornale (tra l’altro, quando verrà a saperlo il direttore …). Ciccio, più compito, nessun cedimento (per il momento…). Finalmente arrivati … sul viso del Francuzzo una luce di gioia, sembrava illuminato da una aureola santifica, Ciccio stava dormendo, quando riaprì gli occhi rimase talmente meravigliato che non gli sembrò vero …. Miiinchia … e ho detto tutto. Il direttore ha affittato per mezza giornata una stanza d’albergo per i bisogni primari, per prepararci insomma. Albergo vicino allo splendido Coco Loco, addobbato per l’occasione, sembrava un castello.

Alle 16 tutto era pronto. Naturalmente per entrare bisogna presentare (come tutti sanno) oltre all’invito una foto del santo e il tesserino dei giornalisti accreditati, Ciccio ed io siamo passati senza problemi, ma Francuzzo nella concitazione ha tirato fuori, nell’ordine, la tessera del cinema d’essai, un pacchetto di caramelle alla menta, la tessera pensionati, le figurine dei calciatori della juve (e già qui…) comprese le riserve, 6 cellulari, una scatola di preservativi, una boccettina mignon di cognac stock anni 70, 3 calendari di donnine che danno dai parrucchieri, le foto della zia Tina, una della  nonna Gina, un paio di calzini da restaurare e disastro … un fazzoletto viola … ma del santino, della tessera e del biglietto d’entrata nemmeno l’ombra, tutto in macchina, aveva sbagliato giacca e meno male, perché quel fazzoletto viola avrebbe compromesso tutto. Ma tutto è bene quel che finisce bene ... voi direte ... ma non finisce qui ... all’entrata ai controlli moda, ci hanno spiegato che nonostante il vestiario fosse consono, occorreva però avere ai piedi le scarpe azzurre in vernice che potevamo comprare all’interno al modico prezzo di 300 euro cadauno, a questo punto Ciccio è svenuto. Ma il lavoro è lavoro. Superato il problema e avendoci preparata la scusa delle spese per il direttore siamo entrati. E … miiinchiaaa, miiinchiaa ... Ciccio è rimasto estasiato, Francuzzo ha cominciato a girare a guardare se trovava la sua bella ma era ancora troppo presto e non era ancora arrivata. Avevamo quindi tempo … come già  annunciato ai nostri assidui lettori mi ero preso l’impegno di descrivere le stanze del Coco Loco, non è un lavoro semplice, ve ne sono tantissime, ma un po’ per volta se avrete pazienza lo farò volentieri. In questa occasione abbiamo approfittato dell’amicizia che mi lega alla donne delle pulizie previa 100 euro di mancia a Fernanda, ben felice di accontentarci siamo gli unici ad avergli dato tutti quei soldi, in 20 anni di lavoro non gli era mai successo neppure un panettone a natale, rancini maledetti. Ci ha subito fatto vedere la sala dell’arte, la pinacoteca, molto rinomata e richiesta, è molto particolare, sono 1500  mq. di area tutto adibito a quadri di un alto valore artistico, sono riproduzioni delle più grandi opere realizzate nella storia dell’uomo. La sua particolarità sta nel fatto che i protagonisti del dipinto sono sostituti dal volto dalle fattezze fisiche del Santo, di sua Magnificenza, qualche esempio. La Gioconda tutto il dipinto è fedele all’originale salvo naturalmente il volto, che ritrae la Santa Effige, nel dipinto della madonna con l’ermellino Egli sostituisce il volto della donna e dell’ermellino, nella riproduzione dell’affresco della cupola di S. Pietro il volto del Santo sostituisce col Suo volto tutti i protagonisti da Adamo a Dio, ad eccezione però dei volti dei diavoli. Quelli NO, particolare importante è che LUI COL SUO VOLTO sostituisce anche i volti delle madonne e dei santi in quanto per diritto divino egli è Trino. E lo hanno messo addirittura in presepe a rappresentare, anche gli animali dello stesso, i cammelli, le pecorelle, i dromedari, i re magi, IL BUE, IL SOMARO ED IL MAIALE  PERCHE' PORCO NON SI PUO’ DIRE (chiedo scusa a queste nobili bestie) … E CICCIO CONTINUA A DIRE  MIIINCHIAAA … e non ha ancora visto niente … Francuzzo sta chiedendo a Fernanda di Susj ... Continua …

Ultimo aggiornamento Sabato 06 Febbraio 2010 22:32  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information