Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Dal Lingotto

E-mail Stampa PDF

E’ arrivato un giorno come il Messia a spiegare che tutto sino a quel momento era stato sbagliato, che bisognava ricominciare, non bisognava pronunciare il nome di colui che è, si parla del Dio in terra naturalmente, che bisognava dare ragione ai lavoratori, ma anche ai padroni, che bisognava essere poveri ma anche ricchi, che i padroni erano sfruttatori ma anche sfruttati, che i guerrafondai erano anche pacifisti, che bisognava curare gli interessi dei poveri ma anche dei ricchi, che non c’erano sfruttati, ma solo consumatori, che dovevano inserirsi nel mondo produttivo per consumare anche se erano senza una lira, ma soprattutto che non esistevano più le classi, e che la lotta di classe lo faceva ridere … E poi anche, questo ma anche sempre più anche.

E poi ci ha spiegato che lui aveva un sogno … ma il sogno l’aveva anche Fassino, e poi Bersani, e poi la Bindi, e anche appunto Rutelli. Tutta una opposizione (si fa per dire) che dorme. Se invece di sognare si fossero svegliati per tempo sarebbe stato meglio per tutti quanti noi. Ora i nostri sonnolenti amici vadano a spiegare che non esistono più i padroni a tutti quei lavoratori cacciati dalle fabbriche, dai posti di lavoro, a quei disoccupati che nelle città grandi e piccole contano le mattonelle nelle piazze, lo spieghino ai lavoratori dei contratti a termine, a quelli che hanno un lavoro precario, alle donne senza lavoro che non arrivano neppure alla seconda settimana, lo spieghino agli universitari agli studenti ai pensionat. E come si chiamano quei signori che ricattano giorno e notte operai e operaie e in tutti modi anche perché fuori c’è la fila? E come si chiamano coloro che diventano sempre più ricchi perchè ci sono quelli che diventano sempre più poveri? E quelli che stanno riducendo la nostra Repubblica ad un regime fascista? E quelli che ci sfruttano, che rendono schiavi gli emigrati, quelli del G.8 di Genova come li battezziamo? Ma davvero non ci  sono più i padroni? Bene, mettiamola così mentre aspettiamo che vi svegliate. Da una parte ci sono i PADRONI che si arricchiscono sfruttando, dall’altra ci sono i POVERI, gli sfruttati, così non ci confondiamo. E SE PROPRIO VELTRONI NON VUOLE CHIAMARLA LOTTA DI CLASSE NON IMPORTA, LA CHIAMEREMO LOTTA DI POPOLO, L’IMPORTANTE E' CHE NON VADA PIU’ A RACCONTARE I SUOI SOGNI …. DAVANTI ALLE FABBRICHE … PORTANO SFIGA!

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Novembre 2009 18:17  

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information