Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Il ritorno del figliol prodigo

E-mail Stampa PDF

Lo davano già per disperso, da giovedì sera non si avevano più notizie di Rotondi nomato Homer, alcuni verso le sette del mattino l’avevano visto uscire dal Coco Loco, assieme ad Argo il molosso del papi che lo tirava  verso l’uscita, mentre continuava ad ululare, ed Homer ha dovuto anche pagare una multa salata per questo cane che non intendeva smetterla, perchè come ben sapete in crisi d’identità sin da giovedì sera.

All’uscita per non farselo scappare c’era Brighitta che ha colto l’occasione per chiedergli il numero di telefono, e lui naturalmente il numero gliel’ha dato ma a causa della sua ormai annosa miopia ha dato il numero di cellulare della sua signora dicendogli di telefonargli nell’ora dei pasti per non concedere adito a strani pensieri. Se ne è uscito senza rendersi conto di come era vestito, sembrava uscito da una zuffa. Ha vagato così da venerdì mattina con quel cane come se ad essere legato fosse stato lui ,ha girovagato giorno e notte lungo i navigli, talmente conciato male che chiunque passava gli offriva l’elemosina. Argo, ogni tanto attratto da  qualche cagnetta in estro, si divertiva e Homer in qualche modo intimidito volgeva altrove lo sguardo per non mettere in difficoltà Argo indaffarato piacevolmente. Alla fine grazie ad Argo ce l’ha fatta, il fiuto di un cane non sbaglia mai. Così da venerdì è arrivato oggi alle 15,30, sembrava tornato dalla spedizione di Russia, ormai non ha più l’età per certe cose, bisogna lasciare certe cattive compagnie, e poi la barba lunga, la cinghia dei pantaloni slacciata, sembrava  barbone e tutte le volte che si approssimava ai  giardini i ragazzini gli lanciavano i sassi, tre giorni per smaltire la sbronza e neppure un po’ vergogna. Ma è stato anche sfortunato perché alle 13,30 ha telefonato Brighitta chiedendo del suo Micio, Micio. Quando ha bussato a casa sua moglie prima lo ha fatto entrare, lo ha fatto spogliare per fare la doccia ha aspettato che cominciasse a lavarsi e poi lo ha picchiato col gatto a nove code e alludendo chiamava Micio, micio, micio. E poi lo farà dormire in compagnia del gatto sul balcone … Chiederà l’annullamento del matrimonio per mancata consumazione, al figliol prodigo non è che deve andargli sempre bene anche per lui prima o poi verrà la resa dei conti … VERO RAGAZZI? Brava signora, anche a noi ha dato una severa lezione e noi siamo lieti che così sia stata. Parola di MORFEO

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 18 Novembre 2009 15:18  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information