Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Panrozzo, cicoria, ostriche, chamapagne

E-mail Stampa PDF

Mi spaventai quando alla caduta del governo Prodi vidi per televisione che i parlamentari della destra festeggiavano in parlamento, a base di mortadella, champagne o spumante che dir si voglia e chissà cos'altro si sia fatto per festeggiare, e magari visto i gusti del nostro papi di notte ... è lecito festeggiare, è giusto, ma ridurre il parlamento ad una taverna da bassi fondi, piena di ubriaconi avvinazzati e frequentatori di ragazze compiacenti non c'entra nulla con una vittoria politica, ma con chi abbiamo a che fare?

Chissà nel mondo cosa avranno pensato ... non ero abituato a vedere questo vilipendio al buon senso del nostro martoriato paese. Qualcuno si sarà anche divertito ... ma l'idiozia non è reato.E da quel giorno ostriche e champagne, tanto paga pantalone, il governo vada pure allo sbaraglio, tanto il loro obbiettivo non è governare, il loro obbiettivo è il potere e chi c'è,c'è. Da quel momento in poi le contorsioni delle nostre opposizioni sono state innumerevoli, per trovare con il governo un modo per acquisire in tutti i modi la simpatie del cosiddetto centro, e a furia di contorcersi si sono persi ben 4 milioni di voti, a che cosa sarebbero serviti se pure si fossero confermati rimane un mistero, ma se questi elettori si fossero presentati a votare sarebbe stato sicuramente meglio quanto meno per la democrazia. Ed anche qui ostriche e champagne. Non faccia il musone l'onorevole Rutelli, neppure lui è esente dal tracollo dell'opposizione (se così si può chiamare), non è solo colpa sua, lo sappiamo.Voglio solo ricordare che mentre Tu, caro Rutelli, mangiavi pane e cicoria e tutti noi sappiamo che il pane è caro e la verdura anche, io lo so perchè vado a far la spesa, i pensionati non possono più farlo,ancora meno i disoccupati, i licenziati, e mi fermo qui ... i conti si fanno alla fine e i risultati sono questi ed ora che non sei riuscito a farti la squadra che volevi tu, porti via il pallone e non giochi più. Ma con che bella gente andate a mettervi e un pò di pudore? Questa è tutta gente privilegiata i cui privilegi non sono in grado di riconoscerli e comunque in tutti i modi altro che pane e cicoria, questi appena messi minimamente in discussione vanno a desinare ad ostriche e champagne con altri partiti più vicini al tavolo dei padroni, che vada ... che vada a fare lo sciuscià. Subito dopo la raccolta del grano i contadini bruciano la cosidetta ristoccia. Rimane inteso che durante la raccolta del grano cadono i chicchi che il padrone di suo non fa raccogliere. E però quando il pane era un lusso e i braccianti vivevano a pane ed acqua o magari qualche pomodoro, per portare qualcosa a casa si raccoglieva il grano rimasto a terra dopo aver bruciato la ristoccia, naturalmente il grano veniva bruciato, si portava a casa, si macinava, usciva una farina nera, il pane altrettanto ed era anche amaro ed induriva anche in fretta e veniva chiamato per questa ragione panrozzo. Per anni ed anni questo fu il pane degli sfruttati, e nessuno di questi si è abbassato a passare dalla parte dei padroni e se l'avesse fatto magari avrebbe maggiori ragioni di tantissimi tirapiedi. E'sempre meglio come dice il vecchio cafone mangiare pane e dignità che fare da servi con la schiena bassa e non potere alzare gli occhi ... io sto coi cafoni perchè mangiano pane amaro, anche per quello che ci fate passare ...

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 30 Ottobre 2009 15:44  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information