Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Questione morale e perfetti imbecilli

E-mail Stampa PDF

La vera questione morale in questo paese sono i partiti e tutto quello che non vogliono più essere o rappresentare. Non  penso vi sia nessuno che creda alla buona fede dei gruppi dirigenti. Almeno in questa fase non si entra nei meccanismi dell'economia senza scelte politiche precise, se non si intendono  rappresentare strati sociali, categorie, o interessi particolari e se non si fa una scelta di campo  si rischia di essere coinvolti  e non di coinvolgere come invece dovrebbe essere.

Per questa ragione la questione morale come viene posta dai mezzi d'infomazione e i media non solo non esiste ma è un falso problema attorno al quale si arrovellano, si arrabattono i perfetti imbecilli della politica italiana, pensando che colpendo questo o quello nei vari partiti si risolva il problema. Ma è proprio il sistema dei partiti che deve essere concepito in modo diverso. La politica comunque è la più alta espressione della cultura umana ed essa perchè sia pulita deve essere coltivata nell'interesse della società, per il bene comune. Quando diventa professione, interesse per se stesso o per terzi al di fuori dal bene comune, allora quella politica diventa dannosa, deleteria e cancro della società, ancora più grave quando tutto ciò non passa sotto alcun controllo. Così è  e così è stato per i nostri partiti. Sono lacrime di coccodrillo quelle che vengono versate ogni volta che qualche esponente dei partiti e qui mettiamoci proprio tutti; purtroppo non si può fare altrimenti dal nord al sud, da destra a sinistra il tarlo dell'ntersse privato dei soldi a tutti i costi, la lotta per il potere è davvero una guerra. Rimane inteso che con dei partiti così senza controlli interni è facilissimo che entri chiunque: padroni ,speculatori, socetà a  scopo di lucro, mafia con tutti gli interessi annessi e connessi. I PARTITI COME VERE E PROPRIE SOCIETA' D'AFFARI, lo dimostra la storia degli ultimi anni. I  risultati di quanto sopra approcciato sono sotto gli occhi di tutti: i partiti non governano, il parlamento è preso in ostaggio dal grande capitale, l'economia  viene gestita in gran parte dalle mafie e dalle banche che gestiscono commerci, scambi,moneta nazionale ed internazionale e non intendono in alcun modo contribuire a sollevare l'economia attraverso i prestiti alle famiglie, alle piccole e medie aziende. Intanto i poveri aumentano e i ricchi diventano più ricchi. In pratica si è esaurito il ruolo, la capacità propulsiva; in buona sostanza ormai questi partiti sono asserviti al potere economico capitalista. Si è davvero aperta una forbice tra potere economico e potere politico. Il potere politico conta davvero poco. Rimane inteso che occorre rifondare i partiti  e dare voce alla parte più sana, che ci si ritrovi tutti uniti sotto un'unica bandiera, un partito che ci riconduca ad una politica che si impegni a rappresentare gli interessi veri del paese e che getti i mare tutta quella feccia presente nei partiti tradizionali ... coccodrilli, lacrime,  traditori e perfetti imbecilli.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 23 Ottobre 2009 08:39  

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information