Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Effetti collaterali

E-mail Stampa PDF

In questi giorni stanco di leggere i soliti giornali di sinistra mi sono lanciato, per così dire, sui testi sacri del giornalismo governativo ed ho acquistato alcuni giornali facendo arrabbiare non poco la mia donna di servizio. IL GIORNALE è quello che più adoro. Feltri è l’unico direttore che ha capito tutto, una vera testa, un testone direi; lui sta sempre sulla notizia quella vera, quella verificabile e verificata più volte sul campo

Prova ne sia che a proposito dei sei morti di KABUL fa scrivere un articolo ad uno dei suoi fidati scudieri, un certo Paolo Armaroli  nomato anche Don  Kisciotte . Il cognome Armaroli non può ne potrà essere smentito dal suo articolo,  intitolato IL RIPUDIO DELLA GUERRA È ROBA DA SCONFITTI. Già il titolo è sintomo di delirio guerrafondaio, ma lui va oltre e sostiene che le costituzioni italiana, tedesca e giapponese sono scritte con la carta carbone e sin qui abbiamo capito che conosce la carta carbone e noi ne siamo entusiasti; più dubbi esprimiamo che egli conosca altrettanto la storia in generale ma noi siamo tolleranti e riusciamo persino a capirlo, lui non l’ha voluta mai studiare:  troppo noiosa. Non   conosce la storia del nostro Paese, non  conosce la storia della nostra Costituzione, stia tranquillo ARMAROLI non lo manderemo mai dalla ministra Gelmini a prender lezioni di Costituzione: sarebbe come raccomandare le pecore al lupo. Vorremmo solo ricordargli che ripudiare la guerra è atto di altissima civiltà e che fare ciò non lede alcuna sovranità, anzi aiuta i popoli a dialogare, a conoscersi, a dirimere i contrasti e ad unirsi nei momenti difficili, ad aiutarsi, a collaborare facendo sì che le future generazioni risolvano i gravi problemi presenti su questo martoriato pianeta. La guerra  è inutile, è sempre una sconfitta per il genere umano, è innaturale perché muoiono i figli prima dei genitori, si distruggono risorse che potrebbero essere utilizzate in pace. Si distruggono beni culturali e naturali che mai più si potranno recuperare per la stupidità della guerra e di quelli che la dichiarano sia per un DIO che per mezzo litro di petrolio. Detto questo noi siamo al fianco delle famiglie dei nostri soldati, nostri fratelli ma siamo anche a fianco dei civili che muoiono per effetto dei cosiddetti effetti collaterali e che hanno la sola colpa di trovarsi sotto le bombe a causa delle follie di uomini che con le armi fanno soldi. MORFEO sa che vi sono più strade per arrivare alla pace; tra queste il dialogo e una diversa distribuzione della ricchezza. Eppure si stanno combattendo ancora gli effetti e non le cause che provocano queste immani catastrofi. Studia la costituzione che non fa male, pensaci DON KISCIOTTE ARMAROLI …          MORFEO  TI GUARDA

 

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information