Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
I commenti di Morfeo

Libera caccia in libero stato

E-mail Stampa PDF

Approfittando della nuova legge sulla caccia, i nostri eroi hanno organizzato una battuta di caccia. Erano anni che aspettavano questa legge, non se ne poteva più, possibile che non si poteva fare un po’ di sano sport, quando si vuole, senza aspettare date e regole che poi ti rovinano le giornate. Finalmente con questa legge si può sparare su quello che si vuole, basta che si muove, fosse anche solo un’ombra, e poi con tutte queste bestie, i colombi poi che mi sporcano sul balcone, mi fanno un casino! Si può portare anche un minorenne, questo sì che è un paese libero.

Ultimo aggiornamento Sabato 13 Febbraio 2010 19:38
 

19 – 3 – 2021 Ultimo viaggio di Morfeo

E-mail Stampa PDF

Io m’ero messo appisolato a letto, ero un po’ stanco, non mi sentivo bene, le primavere pesano un macigno ma passano in silenzio, col passo lieve e la tua vita d’un tratto sembra breve. Io non sentivo nessuna nostalgia, nessun rimpianto per questa vita mia. Troppe schifezze e poche cose buone, quasi un sollievo per quello che lasciavo di questo mondo fatto per i ricchi, senza speranza per chi la vita è a spicchi.

Un giorno buono e mille sofferenze, nemmeno un filo per la mia speranza. Del funerale non mi ricordo niente, con poca gente e tutti con la fretta che tanto un funerale cosa vale? Non so il tempo che ci ho messo per arrivare, dove mi trovavo c’era un portone ed io me la cantavo, ero sereno e mi sentivo bene, era cent’anni che queste ossa mie sentivano dolori senza fine e, finalmente, mi sentivo un pupo. Senza bisogno di battere al portone, s’è aperto solo quasi quasi al volo, anche se era enorme senza fine.

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Febbraio 2010 15:32
 

Festa nuziale al Coco Loco 4

E-mail Stampa PDF

ll ballo degli sposi, naturalmente, l’hanno fatto come d’obbligo il Papi e Fru Fru, per lui il Basettoni ballare non gli si attaglia e poi, vuoi mettere, come balla il Papi … certe piroette, ma a Bombardone piacciono i lenti, gli piace il contatto vivo e la pulzella non disdegna, il Basettoni ride e gli invitati spaventati si allontanano, non si sa mai … dovesse mordere. Accolto da lunghi mugugni, è comparso Idea fix con le sue lodi ma al secondo tentativo (passi il primo …) è stato aggredito da Attila il cane di Fernanda, c’è antipatia fra il cane e Idea, perché ci ha provato una volta con la padrona e ora sta facendo cena con un pezzo della giacca del povero Idea, che ha dovuto rinunciare alla sua non richiesta esibizione oratoria e poetica. Sospiro di sollievo per tutti. Il Ciccio a questo punto ha fatto scattare degli applausi durati trentacinque minuti dopo di che è stato portato in trionfo, Brighitta estasiata gli ha dato un bacio, Ciccio … un eroe e intanto Francuzzo non si vedeva ancora. Tutti in sala a ballare e festeggiare e c’erano tutti. Bossi con la sua espressione un po’ così che esprimeva di fatto la condizione economica del paese, Borghezio che odia gli extra comunitari però ballava e ci marciava con Cadija una ragazza nigeriana, Cota, Giulio con l’elenco degli operai Fiat da mandare a casa, Diogene come sempre ubriaco tanto da sembrare intelligente, Calderoli, con il suo maialino, che povera bestia cerava di nascondersi, evidentemente non gradiva la sua compagnia, la Gelmini col suo pancione ed un falso libro che altro non era che un contenitore di barzellette del Papi quando va all’estero.

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Febbraio 2010 15:15
 

Festa nuziale al Coco Loco 3

E-mail Stampa PDF

Posso dire comunque senza tema di smentita che Fernanda è rimasta colpita da Ciccio, ma lui non gli dà peso, non avrei mai immaginato che Francuzzo e Ciccio incontravano in questo modo. Dopo la pinacoteca siamo passati alla sala incontri, 400mq. di splendore con tavoli in radica di ciliegio, con pareti in stucco veneziano in azzurro lapislazzuli, con separé, tanto altro, con le necessarie gigantografie dello Splendido in costume adamitico, e con la clava sempre in evidenza .. magnifico! Fernanda occhieggiava e Ciccio stanco di ripetere sempre minchia ha deciso di cambiare termine … e mentre guardava i soffitti gli è scappato … alla faccia del … ha, ha non si può il Santo non vuole che si nomini invano.  Ormai è l’ora siamo stati portati nella sala cerimonie, noi così vestiti, sembravamo dei becchini e con gli occhiali scuri, miopi come siamo, ci siamo fatti guidare a mano da Fernanda che ne ha subito approfittato per tastare il solito Ciccio che cominciava a spazientirsi, a lui queste cose così non piacciono, lui è discreto, Francuzzo vagheggiava. Il salone cominciava a riempirsi quando ecco apparire una coppia di gioie pure, i due fiori del Coco Loco, sì … sì proprio loro, Brighitta e Susy, ragazzi che visione! Brighitta sembrava la madonna di Lourdes, tutta bardata con un bellissimo abito da sera tempestato di brillantini, con due scollature vertiginose sia davanti sia dietro, tutta trasparente, piena di gioielli, collane, parure, anelli, braccialetti, era completamente ricoperta di gioiell, e tutti offerti da Homer che lei umilia però lui ama, coscia lunga e ben distesa con un seno prorompente dopo l’intervento plastico, facevano di tutto per mostrarlo, e poi l’aveva pagato Homer, che come il solito è entrato dalla porta di servizio, sbaglia sempre, cieco com’è. Susy anche lei in abito da sera rigorosamente in azzurro, spacco sui due lati delle gambe, scollatura profonda, un seno da vertigini, coroncina con diamanti e perle, Diogene le fa molti regali, però lei lo tradisce sempre, ma se si amano. Ho presentato Brighitta a Ciccio, e lei ingenuamente facendosi fare il baciamano, ha detto - Io vado tappi - e lui - al tappo ci penso io - , bisogna dire che c’è del feeling.

Ultimo aggiornamento Domenica 07 Febbraio 2010 17:10
 

Festa nuziale al Coco Loco 2

E-mail Stampa PDF

L’appuntamento con Francuzzo era stato fissato per le 8 di mattina sotto casa mia. Alle 5 di questa mattina sento suonare il campanello, era Francuzzo, non era riuscito a dormire a causa della tensione che sentiva e per tutta la notte non era riuscito a chiudere occhio, mi ha confessato di aver dormito con la foto di Susj sotto il cuscino, avrei dovuto immaginarlo, galeotta fu la foto, aveva gli occhi in una condizione irriferibile, che dovevo fare … l’ho fatto salire, gli offerto il caffè, mia moglie era fuori dai fogli, ma è molto educata e tollerante e non bestemmia ma si vedevano le nuvolette nere come nei cartoni animati. Alle otto eravamo davanti alla stazione per prendere Ciccio, ancora assonnato ed era appoggiato con un braccio sopra un raccogli carta che fumava la sua 45-esima sigaretta, ogni tanto borbottava qualcosa in calabrese, ma poteva essere comprensibile, fare un viaggio in treno sino a Torino sui nostri carri bestiame non è cosa da poco, specie per lui che soffre di  artrosi cervicale, coliche renali, e artriti reumatoidi. Ma la sua forte tempra non lo da ad intendere, un toro in sostanza. Non è stato un brutto viaggio, salvo per il fatto che Francuzzo nelle due volte che ci siamo fermati a prendere il caffè sembrava un leone in gabbia, non vedeva l’ora di uscire per ripartire, voleva arrivare al più presto, lui soffre di gastrite e il caffè durante il viaggio lo impediva e ruttava disturbando il riposo ristoratore di Ciccio che intendeva recuperare il sonno perso, ero davvero in buona compagnia. Francuzzo per fare bella figura s’era portato tre valige piene di indumenti, una gliel’ho fatta lasciare a TORINO e se ne è portate solo due, una con gli indumenti della serata e l’altra piena di regali per la bella, dopo vi dirò cosa le ha portato quello scapestrato, spendendo i soldi del giornale (tra l’altro, quando verrà a saperlo il direttore …). Ciccio, più compito, nessun cedimento (per il momento…). Finalmente arrivati … sul viso del Francuzzo una luce di gioia, sembrava illuminato da una aureola santifica, Ciccio stava dormendo, quando riaprì gli occhi rimase talmente meravigliato che non gli sembrò vero …. Miiinchia … e ho detto tutto. Il direttore ha affittato per mezza giornata una stanza d’albergo per i bisogni primari, per prepararci insomma. Albergo vicino allo splendido Coco Loco, addobbato per l’occasione, sembrava un castello.

Ultimo aggiornamento Sabato 06 Febbraio 2010 22:32
 


Pagina 3 di 25

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information