Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

La lettera del Presidente

E-mail Stampa PDF

Pur avendo letto e riletto la lettera del Presidente Napolitano, non riesco a compenetrarmi nelle cose che ha scritto. Secondo me, avrebbe dovuto spiegare con chiarezza le ragioni tecnico-giuridiche e istituzionali del decreto sul quale ha apposto la sua firma. Emergono solo, per quanto importanti, ragioni di opportunità che, anzi, mi stupiscono molto. Una corsa all'aggiustamento della situazione per scongiurare il pericolo di pronunciamenti giudiziari contrari alla presentazione delle liste! Non si capisce bene inoltre se questo decreto servirà realmente a qualcosa e se si tratti effettivamente di un provvedimento non innovativo, in tal caso assolutamente illegittimo.

Da semplici reminiscenze universitarie, mi risulta, tra l'altro, che l'interpretazione autentica di una legge o di un decreto, viene richiesta se sorge dubbio sulla corretta applicazione di una norma, mentre la norma interviene, non già per "rimediare" a un "pasticcio".
Il presupposto che sta alla base dell'intervento è costituito da una questione giuridica che come tale va risolta; ripeto, per quanto rilevante sia l'esclusione di due liste in regioni importanti, riguarda pur sempre questioni di carattere particolare e ancorate a procedure legali. Credo che, fondatamente, molta gente avverta la debolezza di motivazione del coinvolgimento del Capo dello Stato in questa situazione, proprio nel motivo stesso dell'intervento, generico e "politico". Va fatta anche, a mio avviso, una ulteriore considerazione, relativamente all'interesse del governo sulla vicenda, tutt'altro che scontato sotto il profilo istituzionale, che è quello che dovrebbe interessare la generalità dei cittadini. Ancora una volta, il messaggio (ma credo anche qualcosa in più), è andato nella direzione di un vivo interessamento del governo non in quanto tale, ma quale espressione degli interessi del PdL ed il decreto stesso, con tanto di firma presidenziale, come un tentativo di aggiramento di un grave "pasticcio".

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Marzo 2010 14:13  

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information