Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

11 settembre 1973 Pinochet, Cile

E-mail Stampa PDF

Che volete, a volte ritornano e la faccia è sempre la stessa, sia di quelli che vanno a governare, sia di quelli che votano, almeno stando alle interviste. E pensare che a governare il Cile era il figlio di quel Frei padre che portò al potere Pinochet, che con l’aiuto dei piloti dell’aviazione USA fece assaltare la Casa Rosada, sede del governo popolare di Salvador Allende. Non farò l’elenco delle violenze subite dalla gente che oggi ha votato la destra, delle uccisioni, della gente fatta scomparire, dei veri e propri campi di concentramento organizzati negli stadi, della repressione fisica e politica subita dai democratici. Stermini veri e propri di intere famiglie, generazioni di uomini donne, bambini, vecchi e tutti innocenti con la sola colpa di non essere d’accordo col governo fascista appoggiato e riconosciuto dalle potenze occidentali.

In quest’ambiente Panatta, tennista italiano, per non perdere l’insalatiera andò proprio in Cile a vincerla mentre la povera gente veniva ammazzata come le mosche; un’insalatiera se proprio ci teneva gliela regalavo io.  Non ci smentiamo, ci piacciono le cose macabre e ci baciamo con la morte lingua in bocca,  che schifo! Guarda caso Pinera è uno ricco, industriale, ha più soldi che peli sul petto, ed è proprietario di televisioni, molte cose le ha vendute ai figli e amici per non cadere nel conflitto di interesse, ma guarda un po’ quanti scrupoli. Assomiglia a qualcuno di nostra conoscenza, chissà forse adesso farà amicizia col nostro Marmittone, noi lo avvertiamo il nostro amico cileno non si porti dietro figlie, mogli o fidanzate perchè rischierebbe, lo diciamo per il suo bene. Ma se è già serio il fatto che dopo solo venti anni in Cile torna a governare la destra se pure riverniciata e resa in qualche modo più umana, solo dopo una sola generazione, qualche cosa vuol dire, neppure questa esperienza unitaria è servita a ricacciare in dietro la bestia, sarà colpa di una sinistra multicolore che con tante sfumature perde la sua vivacità? O forse quando la sinistra diventa unitaria e si allea con la vecchia suora democristiana, le lascia il testimone e poi va dormire, o la destra è più intelligente, ha più soldi, detiene i mezzi d’informazione, i media e quindi ha più possibilità di orientare le masse così incolte, disinformate e bacchettone? Ma le sinistre o presunte tali sono state al governo per venti anni, hanno salvato il paese, fatto riprendere l’economia ... e la cultura, la storia, le ingiustizie subite? Qualche cosa non torna, non funziona, ci sono cose che mi sfuggono, le vittorie e le sconfitte non sono mai merito o demerito di una sola parte, ci sono elementi che occorre analizzare, studiare in profondità. Furono proprio gli avvenimenti cileni che spinsero Berlinguer a elaborare la strategia del compromesso storico, che nei suoi intendimenti avrebbe dovuto portare le grandi componenti storiche del nostro paese a trovare dei punti d’incontro per la creazione di uno stato democratico e pluralista, capace di sconfiggere il ritorno delle destre e della reazione. Evidentemente a socialisti, comunisti, e democristiani non basta governare insieme, per vincere e sconfiggere la bestia è necessario governare bene e onestamente altrimenti questi ci fanno un tombino così. Forse il cambiamento fa parte del discorso dell’alternanza ma io che sono un sognatore impenitente, e anche un giacobino, l’alternanza la concepisco tra le forze democratiche e non tra le forze democratiche e quelle della reazione nipoti di criminali. Se ciò accade, non si è fatto a fondo il proprio dovere e si sono tenuti fuori dalla gestione del governo ancora una volta le forze sane del paese. Pur non conoscendo bene la situazione cilena ci metto la mano sul fuoco. Riflettiamoci. Riflettere non ci fa male, non fa male a noi, a Bersani e neppure a Marmittone ... Ci vogliamo pensare?

Ultimo aggiornamento Mercoledì 20 Gennaio 2010 18:36  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information