Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

AAA processo breve: cercasi "ratio".

E-mail Stampa PDF

Per quel che ne so una legge viene concepita perchè esplichi i suoi più vasti ed auspicati (di solito per i suoi promotori) effetti nella società. Mi stupisco perciò che il governo si difenda sminuendo le cifre che l'ANM (Associazione Nazionale Magistrati) paventa come impatto sui processi in corso.
        

Il numero di unmilioneseicentomina processi penali circa, sui tremilioni e qualcosa attuali, secondo il ministro Alfano, è un'esagerazione dell'ANM per denigrare la proposta di legge sul "processo breve", prospettando, in caso di una sua approvazione, lo smantellamento di così tanti processi, e quindi l'impunità di veri o presunti autori di reati.
Ora, mentre si capisce benissimo la posizione di chi è contrario alla proposta di legge sul cd. processo breve, nel senso che ne contesta apertamente la validità e gli effetti della stessa, come succede per tante leggi, non si riesce invece a comprendere perchè mai il governo dovrebbe contestare i numeri che vengono afferti all'attenzione generale dai detrattori della proposta in questione. Ma, se la legge è preordinata a sollevare, dopo un certo periodo (sei anni massimo per tutti i gradi di giudizio) l'imputato dal processo penale che nel tempo stabilito non si risolve, perchè mai reagire stupiti e sdegnati di fronte ad una interpretazione così estensiva della sua afficacia nel breve periodo? Se il principio è giusto, perchè non dovrebbe avere la migliore applicazione? Altrimenti, a che serve la legge?
Mi sembra assurdo che il governo si difenda prospettando un profilo basso della sua tanto agognata legge; se servirà per un numero minimo di persone, evidentemente non esiste un vero problema giustizia, come si vuole far credere, e quindi si fa tanto rumore per nulla e, di conseguenza, non c'è bisogno di tanta fretta per la sua approvazione, potendo apparire la nuova normativa in prospettiva di un processo altamente garantista in condizioni di ottimale amministrazione della giustizia. Ogni ulteriore considerazione mi sembra superflua, ma che il governo fosse interessato alla minima applicazione della sua legge si era capito. Tutti gli altri saranno beneficiari per caso. 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 16 Dicembre 2009 20:04  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information