Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Diritto e legalità

Diritti negati

E-mail Stampa PDF

Massimo D'Alema ha suscitato nuove polemiche rilasciando, ad un dibattito alla festa de l'Unità di Ostia, dichiarazioni che hanno irritato le associazioni gay e la stessa sua compagna (amica?) di partito Anna Paola Concia. Dice, tra l’altro, l’ineffabile chimera della sinistra italiana: “siamo in un Paese con una storia e una tradizione” e fin qui non ci sarebbe nulla di cui stupirsi o di cui lamentarsi. Se nonché aggiunge “nel quale la lotta per i diritti deve fare i conti con un ragionevole compromesso tra l'allargamento dei diritti per persone che convivono e la sensibilità di un mondo cattolico che si sente urtato”. Vediamo allora qual è alla data questo “ragionevole compromesso”, confrontando la situazione italiana con quella degli altri principali paesi.

 

Ultimo aggiornamento Sabato 17 Settembre 2011 18:21
 

Lo Stato sono gli altri – seconda parte

E-mail Stampa PDF

 Il titolo è uguale a quello del precedente articolo ma invito il Direttorissimo a modificarlo come ritiene opportuno, utilizzando espressioni più originali, fantasiose ed intelligenti, a suo insindacabile giudizio. Temo, infatti, che il passare degli anni abbia definitivamente corrotto quel minimo di capacità intellettuale che un tempo mi sembrava, presuntuosamente, di possedere. Ho l’impressione – ma dipende certamente dai miei limiti – che ci si stia “avvoltolando” in troppe questioni diverse, magari collegate fra loro, ma che richiederebbero analisi ed approfondimenti specifici. A volte succede che le “relazioni” prevalgano e lascino sullo sfondo gli argomenti su cui, invece, sarebbe opportuno mantenere la messa a fuoco. Plagiando Crosstalk, direi che la discussione da “lineare” si è trasformata in “caotica”. Il caos, scusatemi, non è il contesto che preferisco, nonostante io ci sguazzi quotidianamente dentro senza neppure accorgermene. Quando, in ormai sempre più rare occasioni, mi accorgo di pensare lo faccio in maniera apparentemente lineare, nel tentativo di capirmi e di farmi capire. Mi diventa pertanto INACCETTABILE disquisire su tutt’altro rispetto a quello che avevo, originariamente, proposto. Puntualizziamo, allora; o, almeno, proviamoci …

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Settembre 2011 11:34
 

Colpe, diritti e doveri

E-mail Stampa PDF

Chiamare tutti a correo, assolve tutti, e invece noi (leggi: popolo) abbiamo bisogno di capire il perché determinate cose sono successe, trovare i colpevoli e condannarli in modo esemplare (almeno sul piano storico, se impossibile nei tribunali ordinari) in modo che poi gli epigoni ci pensino bene a rifarlo. Ovviamente  abbiamo, anche, bisogno di nuove regole che  impediscano  che succeda di nuovo.

Ultimo aggiornamento Venerdì 26 Agosto 2011 11:27
 

La storia siamo noi

E-mail Stampa PDF

Su gentile richiesta di Carmen (a cui nulla si può rifiutare):

 

Lo Stato sono gli altri

E-mail Stampa PDF

"Lo Stato sono io", è la frase che avrebbe pronunciato il Re Sole, Luigi XIV, all’apice del suo potere assolutistico. Per cambiare le cose sono state necessarie rivoluzioni, modifiche epocali, guerre e milioni di morti che hanno consentito, infine, il raggiungimento dell’attuale concezione dello Stato, quanto meno nelle nazioni in cui esiste la cosiddetta “democrazia”. Possiamo finalmente dire: “Lo Stato siamo noi!”. Ma non tutti la pensano così, anzi … Negli ultimi anni è decisamente cresciuto il numero di coloro che, nel corso di discussioni più o meno accanite, pubbliche e private, tirano fuori dal cilindro l’ormai consunta espressione “la colpa è dello Stato”. Personalmente la trovo inaccettabile e profondamente sbagliata perché l’unica conclusione logica che ne deriva è che LO STATO SONO GLI ALTRI e noi, purtroppo, non possiamo che subire questo potere che non ci appartiene e che ci opprime ogni giorno.

Ultimo aggiornamento Giovedì 18 Agosto 2011 17:29
 


Pagina 2 di 16

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information