Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Diritto e legalità

Cento euro per l'immortalità

E-mail Stampa PDF

A Palmi si vuole realizzare, contro il volere dei cittadini, un monumento all'emigrante nella Villa Comunale "G. Mazzini", dichiarata a fine '800 monumento nazionale. Ma sarebbe errato circoscrivere questa vicenda, per quanto sgradito possa risultare quel cantiere, alla realizzazione di un monumento in un giardino pubblico. Piuttosto è esemplare di un modo di operare di certe istituzioni comunali che merita riflessione.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 09 Settembre 2015 13:21
 

Grazie Michele!

E-mail Stampa PDF

Michele Albanese, il giornalista del Giornale di Calabria, che per primo denunciò l'inchino della madonna di Oppido al boss Mazzagatti, è da poche ore sotto scorta su disposizione del prefetto di Reggio Calabria.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Luglio 2014 00:12
 

Chi l'ha visto?

E-mail Stampa PDF
Il mistero del Registro del testamento biologico scomparso a Rivoli.


L’altro giorno, invitato ad una riunione conviviale con amici qui a Rivoli, avevo saputo che sarebbe stato presente anche Beppino Englaro, il papà di Eluana, che da anni si batte per vedere riconosciuto, per tutti, quel diritto fondamentale di libertà, di scegliere di rifiutare, ricorrendone i presupposti, cure e terapie mediche, come purtroppo ebbe a subire Eluana nei 17 anni del suo calvario.
Ultimo aggiornamento Sabato 03 Dicembre 2011 16:43
 

Viaggio a Bonaventura (Valle del Cauca)

E-mail Stampa PDF

L'altro giorno ho incontrato Anna, da sempre amica, dopo tanto tempo che non ci vedevamo. Come va? Cos'hai fatto quest'estate? Beh, io non ho fatto molto! Anna invece:

Ultimo aggiornamento Domenica 06 Novembre 2011 11:01
 

Il sipario sulla Gheddasconi spa

E-mail Stampa PDF

L’omicidio di Muammar Gheddafi è un fatto esecrabile per la futura democrazia libica. Nessuna vera democrazia, infatti, può giustificare l’esecuzione sommaria di un uomo anche se accusato di crimini atroci. Meglio sarebbe stato se, come inizialmente promesso dal Comitato Nazionale di Transizione, il dittatore libico, una volta catturato, fosse stato messo nelle mani della Corte Internazionale di Giustizia dell’Aia. Questo aspetto dell’ultima vicenda di Gheddafi, corredata dalle atroci fotografie che hanno fatto il giro del mondo, ha occupato per intero le pagine e i commenti di tutti i giornali. C’è, tuttavia, un altro aspetto - probabilmente secondario, certamente del tutto trascurato dai media - che merita qualche considerazione aggiuntiva.

 

 


Pagina 1 di 16

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information