Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Chi riesce a primeggiare in una società ingiusta

E-mail Stampa PDF

L'uomo è imperfetto. Per questa ragione nessuno è esente da soprusi e sopraffazione nei confronti di altri. Si tratta di misura. Questa sopraffazione può essere involontaria o poco recepita da chi la genera. Può anche essere poco percepita da chi la subisce. La perdita dei valori morali che possiamo riscontrare generazione dopo generazione porta a un incremento di sopraffazioni e violazioni della dignità umana. Ma oltre a questo aspetto deprecabile porta a una società più ingiusta, dove la sopraffazione prende a mano a mano sempre più piede. Faccio un esempio per spiegare praticamente questo perverso meccanismo che non é un ragionamento ma una constatazione.

Prendiamo l'impresa: mondo che conosco avendo esercitato in passato l'arte dell'impresa da dirigente e da amministratore delegato.

Se un imprenditore si comporta lealmente con i suoi collaboratori, pagando loro quanto è dovuto, pagando regolarmente i contributi, pagando i fornitori nei tempi stabiliti, informando i Clienti dell'esatto contenuto della sua offerta senza barare e senza trappole nascoste, preoccupandosi della sicurezza dei propri collaboratori con tutte le azioni necessarie per ridurre al minimo il pericolo di incidenti sul lavoro, di essere trasparente verso l'interno e verso l'esterno, di pagare regolarmente le tasse denunciando correttamente il fatturato, di non ingannare i soci con false dichiarazioni sociali, di non corrompere gli uffici acquisti dei fornitori, di non farsi amici politici con mazzette, donne, regalie di varia natura che gli facilitano l'accesso al mercato, ebbene questo imprenditore sarà sempre svantaggiato nella competizione di chi non osserva una o più di queste semplici regole di buona gestione d'impresa. Succederà che un fornitore disonesto gli prenderà gli appalti , le forniture, ad una ad una, con sotterfugi che poi cercherà di coprire, insomma a poco a poco, in una società malata come la nostra, succederà che l'imprenditore onesto sarà spinto ai bordi del mercato fino a scomparire. Chi più avrà violato queste regole sarà quello che emergerà maggiormente e dopo un certo tempo di questa selezione naturale, aggiungerei, darwiniana in senso malefico, avremo una società con imprese di soli imprenditori che si possono definire, usando un eufemismo, con molto pelo sullo stomaco. Se questa visione pessimistica della società attuale è vera, possiamo immaginare chi sia la classe dirigente di questo paese. Tutto nero? No per fortuna. Nella mia vita ho conosciuto per lavoro moltissime persone soprattutto giovani, ho assunto molti laureati, e posso assicurare che la generalità degli uomini è buona, che tutti hanno idee che possono migliorare di una particella piccola ma sempre significativa il modus operandi della società, possono migliorare il vivere comune, e che l'entusiasmo dei giovani è eccezionale. Per queste ragioni ritengo che possiamo avere speranza in un mondo migliore, e non parlo in termini escatologici, ma in termini qui e ora su questo mondo. Rimbocchiamoci le maniche uomini giusti e smascheriamo i corrotti, coloro che pensano solo all'arricchimento personale e impoveriscono la nazione e il mondo.

Ultimo aggiornamento Giovedì 18 Febbraio 2010 00:27  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information