Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Come sta la nostra economia

E-mail Stampa PDF

Vorrei confrontare una notizia di un giornale considerato affidabile nelle notizie (1) che tutti i media hanno ripreso nella sua interezza o migliorando ancora la notizia con l'originale (2).

(1) Dal Corriere della sera - 3 settembre 2009

 

 
Ocse: ripresa prima del previsto, ma sarà lenta. Nel 2009 Pil italiano a -5,2%

Segnali di rallentamento della caduta dell'economia anche per il nostro Paese: la stima di giugno era -5,5%

 

Nel 2009 il Pil italiano, secondo l'Ocse, potrebbe calare meno del previsto

MILANO - La recessione mostra i primi segni di rallentamento: il Pil delle principali economie mondiali (G7) dovrebbe scendere quest'anno del 3,7%. Lo prevede l'Ocse rivedendo la stima di giugno (-4,1%). Segnali di rallentamento della caduta dell'economia arrivano anche per l'Italia. Per il 2009 l'Ocse stima una diminuzione del prodotto interno lordo del 5,2%, a fronte del -5,5% stimato in giugno.

 

LE ALTRE ECONOMIE - Migliorano anche le stime sul Pil di Giappone (da un -6,8% a un -5,6%), Germania (da un -6,1% a un -4,8%), Francia (da un -3% a un -2,1%) e Canada (da un -2,6% a un -2,5%). Confermata invece la previsione che vede l'economia Usa contrarsi del 2,8%. Peggiorano invece le stime sulla Gran Bretagna, il cui Pil è visto in calo del 4,7%, una flessione maggiore del -4,3% calcolato a giugno. L'economia dell'eurozona, infine, è stimata in contrazione del 3,9%, contro il -4,8% della rilevazione precedente.

(2) Dal sito ufficiale OCSE (OECD in inglese) pag 16/24

Come si vede in realtà la nazione che sta peggio è l'Italia e il supposto miglioramento deriva che c'e' stato un alleggerimento della caduta della nostra crescita che si puo' leggere anche come una ripresa (falsa), come appare dalla tabella a pag 17 del succitato documento.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 09 Settembre 2009 20:17  

Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information