Lo Sbavaglio

...perchè le libere opinioni contano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Un problema nascosto

E-mail Stampa PDF

La notizia importante per Berlusconi è che il lodo Alfano è stato dichiarato incostituzionale. Questo mi rende felice come italiano. Non rende felice Berlusconi ma quelli sono affari suoi.

La notizia importante per noi oggi, che non vorrei sottovalutaste, è questa:

L'Ue apre procedura contro l'Italia


 

Bruxelles: Nel 2009 ci saranno deficit e debito pubblico troppo elevati

07 ottobre, 19:45

BRUXELLES - L'Italia nel 2009 avrà deficit e debito pubblico troppo elevati, a un livello che "non soddisfa" i criteri del Trattato Ue. Lo afferma la Commissione europea nel rapporto con cui apre la procedura per deficit eccessivo nei confronti del nostro Paese. Nel documento Bruxelles rileva, in sintesi, che questa situazione deriva in parte dagli effetti della crisi e in parte da altri fattori strutturali, tra cui una spesa pubblica che resta elevata. Il deficit - si legge - programmato dal governo italiano al 5,3% "va oltre e non è prossimo al valore di riferimento del 3%" e "sebbene possa essere considerato come eccezionale, non può essere considerato temporaneo". Il debito, poi, programmato al 115,1% del Pil nel 2009", per la Commissione Ue "non diminuisce in maniera sufficiente, con un andamento verso il valore di riferimento non soddisfacente".

La Commissione europea ha adottato i rapporti con cui apre le procedure per deficit eccessivo nei confronti dell'Italia e di altri otto Paesi della Ue che nel 2009 sforeranno il 3% nel rapporto deficit-Pil. "Sebbene i livelli di disavanzo siano di natura eccezionale, in quanto sono principalmente la conseguenza della grave recessione economica e delle sue dimensioni imprevedibili", afferma la Commissione Ue, in questi nove Paesi gli squilibri "non sono né prossimi al valore di riferimento del 3% né temporanei". Oltre all'Italia, le procedure per deficit eccessivo aperte oggi da Bruxelles riguardano Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Germania, Slovacchia, Slovenia, Olanda e Portogallo. Salgono così a 20 su 27 i Paesi della Ue con una procedura per deficit eccessivo aperta, tra cui anche Francia, Spagna e Regno Unito.

Il nostro Ministero dell'Economia cerca di sdrammatizzare dicendo:

La situazione italiana, per quanto riguarda il deficit, "non è eccezionale". Lo afferma in una nota il ministero dell'Economia, che parla di "deficit as usual", precisando che "oltre il 90% del Pil europeo è in deficit eccessivo. Rispetto a quello degli altri Paesi il livello del deficit dell'Italia non è certo - afferma il tesoro - tra i più alti. Basti notare che, se diversi altri Paesi sono al di sopra del 10%, l'Italia è intorno al 5%, quindi meno della metà. In realtà non è eccezionale la situazione italiana, ma è eccezionale, per effetto della crisi, la situazione europea e mondiale. Questo - conclude il ministero dell'Economia - non vuol dire che anche in Italia non ci si deve impegnare per riequilibrare quanto prima possibile i conti".

Il documento originale che si riferisce all'Italia è il seguente:

http://ec.europa.eu/economy_finance/publications/publication15937_en.pdf

In realtà per giudicare una situazione economica non si devono guardare le variazioni ma guardare i valori assoluti ed è qui che non andiamo bene soprattutto in tutti gli anni che ha governato la destra.

Se il debito aumenta del 5% di valore partendo da 100 è equivalente a un aumento del 10%  di valore partendo da 50.

Focalizziamoci allora sull'andamento del deficit nel susseguirsi dei governi dal 2003 ad oggi.

Vediamo dapprima il susseguirsi dei Governi:

11 giugno 2001 - 23 aprile 2005 Governo Berlusconi II Silvio Berlusconi FI FI-AN-LN-UDC

23 aprile 2005 - 17 maggio 2006 Governo Berlusconi III Silvio Berlusconi FI FI-AN-LN-UDC

XV LEGISLATURA

17 maggio 2006 - 8 maggio 2008 Governo Prodi II Romano Prodi L'Ulivo DS-DL-PRC-RNP-PDCI-IDV-FV-UDEUR

XVI LEGISLATURA

8 maggio 2008 - in carica Governo Berlusconi IV Silvio Berlusconi PdL PdL-LN-MpA

E guardiamo al deficit cosi' come riportato dal documento della Commissione europea in cui si vede che il Governo Prodi ha cercato faticosamente a invertire la tendenza all'aumento del debito pubblico, sempre vanificato dall'attività successiva dal Governo Berlusconi che ha regalato ai ricchi (Alitalia, lodo Alfano, ...) e tolto ai poveri (leggi contro il diritto d'asilo, falso in bilancio, ...).

In base ai risultati del governo Prodi la Commisione decide di abrogare la precedente procedura di infrazione per sforamento del debito, sempre dovuto all'azione dei governi II e III Berlusconi.

A pagina 3 del documento infatti si legge:

In June 2008, following an overall assessment which showed that the correction of the excessive deficit was completed in 2007, the Council decided, again on a recommendation from the Commission, to abrogate its earlier decision on the existence of an excessive deficit according to Article 104(12).

Infatti vediamo che l'unico decremento sostanziale del debito pubblico fu realizzato dal governo Prodi.

Il testo lo chiarisce molto bene a pag 5 del testo citato:

According to the latest information provided by the Italian authorities, the general government

gross debt is planned to be 115.3% of GDP in 2009, well above the 60% of GDP Treaty

reference value.

.

From a peak of more than 120% of GDP in 1993, the debt ratio fell gradually to around 104%

of GDP in 2004, also thanks to sizeable privatisation proceeds and other extraordinary

operations. It increased in 2005 and 2006 but was brought back to 103.5% of GDP in 2007.

 

Nessuno ce lo dice ma i debiti si pagano e questo debito ricadrà su di noi e sui nostri figli, che dovremo provvedere a ridurre pagando di tasca nostra indipendentemente da chi ci guiderà al governo nei prossimi anni.

La cifra non ve la scrivo perchè altrimenti, se siete persone responsabili, stareste male.

Per chi crede a Berlusconi riporto che a pagina 2 al punto 1 del doumento si legge:

1- THE APPLICATION OF THE STABILITY AND GROWTH PACT IN THE CURRENT CRISIS SITUATION

Anche se non ve lo dicono, anche se lo sospettavate da molto tempo, italiani siete in crisi. Non preoccupatevi più delle vicende di Berlusconi, preoccupatevi per voi.

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 09 Ottobre 2009 10:14  

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna


Ultimi commenti


In questo sito vengono utilizzati i cookie necessari al suo funzionamento e quelli associati a terze parti nel caso di visualizzazione di contenuti da loro gestiti e per la raccolta statistica di dati di traffico. Per saperne di più, clicca su: Informativa completa.

Per accettare, clicca su:

EU Cookie Directive Module Information